La rivoluzione inizia mangiando! (sabato 17/12/2016)

2016-12-17-the-harvest

LA RIVOLUZIONE INIZIA MANGIANDO!
Presentazione del progetto del docufilm The Harvest e dibattito su cibo, lotte e pratiche di autorganizzazione

Sabato 17 dicembre 2016 al csa Brigata 36
Dalle ore 16:
– Distribuzione degli agrumi della rete Sos Rosarno (per maggiori info ed ordinazioni: Raccolta ordini di agrumi solidali della rete “Sos Rosarno”)
– Banchetti di autoproduzioni
– Buffet benefit per il progetto di docufilm “The Harvest”
Dalle ore 20:
Presentazione del progetto del docufilm “The Harvest” e dibattito su cibo, lotte e pratiche di autorganizzazione con Andrea Paco Mariani (regista di “The Harvest”), Rete Eat the Rich e compagni/e di Mondeggi Bene Comune Fattoria Senza Padroni
______________________________________________________

Sfruttamento e maltrattamenti: i due ingredienti principali del cibo che troviamo nei supermercati, dove si incontrano domanda e offerta sotto ricatto. Da una parte chi fatica ad arrivare alla fine del mese e non può permettersi cibo di qualità, per cui non si pone nemmeno il problema di mangiare sano. Dall’altra chi, sempre faticando ad arrivare a fine del mese, questo cibo lo pianta, lo trasforma e lo raccoglie, subendo vessazioni e ricatti.
Ne parliamo con Andrea Paco Mariani, regista autore e sceneggiatore del progetto Smk Videofactory, una factory formata da professionisti del settore audiovideo e mediattivisti che parte da pratiche di relazione e condivisione dirette, fondate sul mutuo riconoscimento, la solidarietà e l’orizzontalità, come condizioni indispensabili per un processo di produzione partecipato.
Attraverso il portale Distribuzioni dal Basso – OpenDDB, con il meccanismo del crowdfunding, la piattaforma si pone l’obiettivo di aprire nuovi spazi di agibilità e di presa di parola, sostenendo la circolazione di film e documentari indipendenti.
Così nasce il film documentario “The Harvest”, un’inchiesta sullo sfruttamento nelle campagne dell’Agro Pontino e sul caporalato agricolo. Un tema cruciale che viene portato alla ribalta poco e solo durante l’estate, ma mai affrontato seriamente dalla politica istituzionale. Pur di nascondere sotto il tappeto i reali meccanismi che generano queste situazioni di sfruttamento, e cioè l’intero sistema produttivo guidato dalla Grande Distribuzione Organizzata (GDO), le istituzioni creano leggi-placebo come quella sul caporalato, volte a colpire le cosiddette mele marce ma senza intaccare minimamente il circuito che si nutre di ricatti e vessazioni.
Ma è davvero così utopistico uscire da questo circuito di sfruttamento?
Quali sono i meccanismi che lo perpetuano?
Ne parliamo con Eat The Rich, una rete di cucine, mercati e laboratori di autoproduzione, nata a Bologna attorno alla questione del cibo, un terreno di lotta per nulla neutro ma che, anzi, proprio perché parte da un bisogno, può essere la chiave per scatenare processi politici e allargare l’autogestione ad ogni aspetto della vita.
L’autorganizzazione nella produzione del cibo è la strada rivoluzionaria che può sovvertire il sistema capitalistico che si nutre di sfruttamento e di confini, basandosi per lo più su manodopera migrante, possibilmente ricattabile perché priva di permesso di soggiorno. L’esperienza di Mondeggi Fattoria Senza Padroni è un bellissimo esempio di quale può essere una strada da percorrere per inventarsi un mondo diverso, attraverso il recupero di un terreno abbandonato per dare opportunità di reddito e alloggio dignitosi al maggior numero possibile di persone.

___________________________________________________
CSA BRIGATA 36 – VIA RICCIONE 4 – IMOLA
il csa Brigata 36 è uno spazio sociale autogestito e antifascista
rispetta il tuo cane, lascialo a casa – ingresso con tessera annuale
info@brigata36.it – FB: Brigata 36

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Laboratorio jam session e percussioni (ogni martedì di dicembre!)

2016-10-laboratorio-jam-session

LABORATORIO JAM SESSION E PERCUSSIONI

Ogni martedì dalle 21.00!

Porta il tuo strumento e vieni a fare rumore, più siamo e meglio è!
Il laboratorio è completamente autogestito e gratuito.

Appuntamenti di dicembre: martedì 6, 13, 20!

csa Brigata 36 – via Riccione 4, Imola (BO)
Il csa Brigata 36 e’ uno spazio sociale autogestito e antifascista
Rispetta il tuo cane, lascialo a casa – ingresso con tessera annuale Brigata 36

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Programma di dicembre 2016

2016-12-dicembre

PROGRAMMA DI DICEMBRE 2016 AL CSA BRIGATA 36!

Venerdì 2/12: La politica della ruspa: presentazione del libro (dalle 20.30)
Entro il 4/12: Raccolta ordini di agrumi solidali della rete “Sos Rosarno”
NOmenica 4/12: apertura (dopo aver votato NO!) (dalle 21)
Sabato 10/12: Benefit per Brigate di Solidarietà Attiva / Brigata 36 IMOLA (dalle 20)
Domenica 11/12: Ludobrigata36 (dalle 21)
Sabato 17/12: La rivoluzione inizia mangiando! (dalle 16)
Sabato 24/12: presentazione del libro “Disumanità della religione” e Antinatale Party (dalle 20)
Martedì 6+13+20/12: jam session (dalle 21)
___________________________
Tutti gli eventi nel dettaglio!
*
Venerdì 2/12 ore 20.30
PRESENTAZIONE DEL LIBRO “LA POLITICA DELLA RUSPA”
L’ascesa della “nuova” Lega si inserisce nel più generale affermarsi delle destre populiste nel vecchio continente: da Alba Dorata in Grecia all’Ukip di Farage in Gran Bretagna, dalle formazioni xenofobe dei paesi scandinavi all’Ungheria di Viktor Orbàn. Storie diverse ma che condividono molte parole d’ordine e narrazioni. Ne parliamo insieme all’autore Valerio Renzi.
*
Entro il 4 dicembre
RACCOLTA ORDINI DI AGRUMI SOLIDALI DELLA RETE “SOS ROSARNO”
Non spremere i lavoratori! Agrumi contro lo sfruttamento!
Raccogliamo ordinazioni di clementine, arance da tavola (navel), arance da succo e limoni da agricoltura biologica certificata della rete di produttori di Sos Rosarno: scrivici alla mail info@brigata36.it, su facebook al profilo Brigata 36 o chiama Veronica al 3397068630, indicando nome, cognome, telefono e l’ordine richiesto.
Consegna degli agrumi il 17/12 dalle 16 alle 20 o in altra data previo accordo (pagamento il giorno stesso del ritiro).
*
NOmenica 4/12 ore 21
APERTURA SERALE
E durante il giorno andate a votare NO al referendum! La nostra posizione in merito: http://www.brigata36.it/…/no-alla-riforma-costituzionale-n…/
*
Sabato 10/12 ore 20
PRESENTAZIONE DEL LIBRO “POLITICHE DEL DISASTRO” E CONCERTO PUNK BENEFIT PER LE BSA
Riconoscendo nelle Brigate di Solidarietà Attiva una delle realtà che veramente si impegnano senza secondi fini nell’aiuto concreto alle popolazioni in difficoltà, in questo caso i terremotati di Umbria e Marche, Rumagna Sgroza e Brigata 36 sono orgogliose di organizzare una serata in loro supporto per potere dare un piccolo contributo e far sentire la nostra vicinanza e solidarietà alle popolazioni colpite.
Alle 20 presentazione del libro: “Politiche del disastro. Poteri e contropoteri nel terremoto emiliano”: che cos’è un disastro e come si manifesta? Quali poteri emergono e vengono alimentati nei contesti colpiti? È possibile un dialogo tra istituzioni e cittadini sui modi di affrontare le conseguenze? È possibile elaborare forme di autorganizzazione in risposta alla catastrofe volte a rigenerare l’esistenza di fronte alla violenza degli eventi e offrire anche soluzioni alternative rispetto a quelle istituzionali? Sarà presente l’autrice Silvia Pitzalis.
Alle 22 concerto punk benefit per le Brigate di Solidarietà Attiva con:
– AZIONE DIRETTA (oi! streetpunk da Perugia)
– TULLAMORE (celtic punk da Pavia)
– KAOSFORCAUSE (combat punk da Terni)
– DIARIO DI BORDO (streepunk pirata Imola-Taranto-Gargano)
– THE INNOCENT (glam punk dalla Romagna)
*
Domenica 11/12 ore 21
SERATA GIOCHI LUDOBRIGATA36
Giochi da tavolo, retrogaming, freccette, calcino, scacchi, carte, oppure porta il gioco che vuoi te!
*
Sabato 17/12 ore 16
LA RIVOLUZIONE INIZIA MANGIANDO!
Presentazione del progetto del docufilm “The Harvest” e dibattito su cibo, lotte e pratiche di autorganizzazione.
Dalle ore 16: distribuzione degli agrumi della rete Sos Rosarno, banchetti di autoproduzioni, buffet benefit per il progetto “The Harvest”.
Dalle ore 20: presentazione del progetto del docufilm “The Harvest” e dibattito su cibo, lotte e pratiche di autorganizzazione con Andrea Paco Mariani (regista di “The Harvest”), Rete Eat The Rich e compagni/e di Mondeggi Fattoria Senza Padroni
*
Sabato 24/12 ore 20
PRESENTAZIONE DEL LIBRO “DISUMANITÀ DELLA RELIGIONE” E ANTINATALE PARTY
Presentazione del libro di Raoul Vaneigem insieme al curatore Andrea Babini: un’analisi critica, originale e anche impietosa nei confronti delle istituzioni religiose e delle società all’interno delle quali continuano a prosperare, seminando e coltivando infelicità presso gli esseri umani.
A seguire Antinatale Party con concerto e dj-set!
*
Martedì 6-13-20/12 dalle 21
LABORATORIO JAM SESSION E PERCUSSIONI
Porta il tuo strumento e vieni a fare rumore, più siamo e meglio è! Il laboratorio è completamente autogestito e gratuito.

_____________________________________
CSA BRIGATA 36 – VIA RICCIONE 4 – IMOLA
il csa Brigata 36 è uno spazio sociale autogestito e antifascista riunione ogni giovedì dalle 21
rispetta il tuo cane, lascialo a casa – ingresso con tessera annuale
www.brigata36.it – info@brigata36.it – FB: Brigata 36

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

COMPLICI E SOLIDALI CON CHI RESISTE AGLI SFRATTI !

Riceviamo e pubblichiamo dalla pagina dello Sportello Antisfratto Imola.

Massima solidarietà alle denunciate!

___________________________________________________________________

COMPLICI E SOLIDALI CON CHI RESISTE AGLI SFRATTI !

Stamattina a Imola, durante l’esecuzione del secondo accesso per lo sfratto di una coppia, lo Sportello Antisfratto è intervenuto per cercare una mediazione, vista l’assoluta mancanza di proposte da parte delle istituzioni per una sistemazione alternativa adeguata.

La proprietà, nonostante la prospettiva certa di una soluzione entro poche settimane trovata dagli inquilini, ha negato ogni possibilità di trattativa.

L’intervento dell’ufficiale giudiziaria e delle forze dell’ordine ha trasformato per l’ennesima volta un problema di emergenza abitativa in una questione di ordine pubblico.

Sono infatti state fermate e denunciate due solidali dello Sportello Antisfratto Imola, strattonate e condotte in Commissariato.

Durante il fermo sono state sottoposte a perquisizione personale, provvedimento completamente ingiustificato e ad evidente scopo intimidatorio.

Ribadiamo: l’emergenza abitativa non può essere ridotta a questioni di ordine pubblico!

Tutto questo accade mentre l’amministrazione comunale del Partito Democratico continua con la svendita delle case popolari, lasciandone oltre 100 sfitte, senz’alcuna volontà politica di trovare soluzioni all’emergenza abitativa.

La casa è un diritto di tutte e tutti! Solidarietà a chi lotta per il diritto all’abitare!

Sportello Antisfratto di Imola

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Raccolta ordini di agrumi solidali della rete SOS ROSARNO (entro il 4 dicembre!)

sos-rosarno-dicembre-2016

NON SPREMERE I LAVORATORI !!
AGRUMI CONTRO LO SFRUTTAMENTO

Il centro sociale autogestito Brigata 36 raccoglie adesioni per organizzare l’ordinazione di agrumi solidali attraverso la rete “SOS ROSARNO”.
Gli agrumi dei produttori di riferimento di “SOS Rosarno” provengono rigorosamente da agricoltura biologica certificata. Tutti i produttori sono piccoli proprietari, singoli o associati in cooperative, che assumono regolarmente la manodopera impiegata nella raccolta, per oltre il 50% immigrata, e sono interni al circuito della solidarietà con gli africani di Rosarno, che nell’assoluta insufficienza delle politiche istituzionali d’accoglienza possono sopperire ai bisogni più elementari solo grazie al sostegno delle realtà associative della società civile.
Essendo necessario richiedere un ordine minimo di 50 cassette intendiamo organizzare una raccolta di adesioni entro il 4 dicembre, con consegna degli agrumi il 17 dicembre dalle 16 alle 20 presso il c.s.a. Brigata 36 (via Riccione 4, Imola), o in altra data previo accordo (pagamento il giorno stesso del ritiro).

Questo il prezzo dei prodotti proposto:
CLEMENTINE ………. 1,70 €/kg; 11,90 € cassa da 7 kg
ARANCE DA TAVOLA (Navel) ………. 1,30 €/kg; 13,00 € cassa da 10 kg
ARANCE DA SUCCO (piccolo calibro) ………. 1,00 €/kg; 10,00 € cassa da 10 kg
LIMONI ………. 1,50 €/kg; 15,00 € cassa da 10 kg o 7,50 cassa da 5 kg
Invitiamo quindi chiunque fosse interessato a scriverci alla mail info@brigata36.it, a contattarci su facebook al profilo Brigata 36 o a chiamare Veronica al 3397068630, indicandoci nome, cognome, telefono e l’ordinazione richiesta.
Per maggiori informazioni sulla campagna “SOS ROSARNO” vi invitiamo a consultare il sito della campagna http://sosrosarno.org/

__________________________________________________________
PREZZO TRASPARENTE AGRUMI PER PRODOTTO

CLEMENTINE   € 1,70/kg:
Raccolta 0.13 €
Lavorazione 0.30 €
Trasporto 0.16 €
Promozione 0.26 €
Quota di solidarietà migranti 0.05 €
Produttore 0.80€

ARANCE DA SUCCO   € 1,00/kg:
Raccolta 0.09 €
Lavorazione 0.30 €
Trasporto 0.16 €
Promozione 0,18 €
Quota di solidarietà migranti 0.05 €
Produttore 0.22 €

ARANCE TAVOLA   € 1,30/kg:
Raccolta 0.09 €
Lavorazione 0.30 €
Trasporto 0.16 €
Promozione 0.23 €
Quota solidarietà 0.05 €
Produttore 0.47 €
_________________________________
www.brigata36.it
spaziosocialeimola@libero.it
FB: Brigata Trentasei

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

I neofascisti a Imola non sono i benvenuti!

Pubblichiamo dalla pagina di Imola Antifascista

f

Stamattina i neofascisti di Forza Nuova si sono di nuovo presentati in centro a Imola con un banchetto.
Mentre in consiglio comunale l’ordine del giorno per non concedergli spazi pubblici dimostra tempi lunghi ed esiti incerti, noi pensiamo che basti il tragico passato di questi movimenti a delegittimarli: il fascismo non è un’opinione, è un crimine!
Per questo anche oggi abbiamo informato i passanti di questa squallida presenza: a Imola i neofascisti non saranno mai i benvenuti, ordine del giorno o meno!
ImolAntifascista

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

“La politica della ruspa”: presentazione del libro (venerdì 2/12/2016)

preliminare

Venerdì 2 dicembre ore 20.30
csa Brigata 36

Presentazione del libro
LA POLITICA DELLA RUSPA
(edizioni Alegre)
insieme all’autore Valerio Renzi

Il declino politico di Berlusconi ha aperto scenari nuovi per la destra italiana che Matteo Salvini sembra aver colto al volo. Sotto la sua guida la Lega ha cambiato pelle, marginalizzando le non più spendibili rivendicazioni regionaliste ed egemonizzando il centrodestra con un populismo fortemente caratterizzato dai temi dell’identità e sovranità nazionale. Lo storytelling di Salvini è ridotto all’osso: pochi fronzoli per una comunicazione nuda e cruda, concetti chiari e ripetuti ossessivamente. Le vittime siamo noi non loro, spiega agli elettori parlando dei migranti. Il punto del resto non è la realtà o meno dei fatti, ma il successo della loro rappresentazione.
Slogan come “prima gli italiani” o “aiutiamoli a casa loro” hanno però una genealogia precisa nello sviluppo del pensiero di estrema destra in Europa, che negli anni ha aggiornato vecchie ideologie impresentabili e dato voce a nuovi teorici, tra cui l’ispiratore della nouvelle droite Alain de Benoist e Aleksandr Dugin, il filosofo vicino a Putin. L’ascesa della “nuova” Lega si inserisce infatti nel più generale affermarsi delle destre populiste nel vecchio continente: da Alba Dorata in Grecia all’Ukip di Farage in Gran Bretagna, dalle formazioni xenofobe dei paesi scandinavi all’Ungheria di Viktor Orbàn. Storie diverse ma che condividono molte parole d’ordine e narrazioni.
Questo libro inquadra l’ascesa di Salvini nel più complessivo fenomeno delle nuove destre europee, fornendo una cassetta degli attrezzi per smontare la ruspa e vedere come girano le rotelle degli ingranaggi.

“Se ne va in giro su e giù per l’Italia su una ruspa, a volte è vera a volte solo metaforica. Con il suo Caterpillar il leader leghista Matteo Salvini vuole abbattere i campi rom, spianare i centri d’accoglienza, spazzare via il governo Renzi e l’euro. Qualcosa non va? E allora ruspa! Tabula rasa, e chi se ne importa delle macerie. […] Nel serbatoio della sua ruspa Salvini può mettere tutto il risentimento sociale in circolazione, ben miscelato con le paure di chi vede il proprio mondo crollare e il futuro sempre più incerto.
Tutto questo fa da carburante per la macchina leghista, mentre dal tubo di scappamento escono i gas tossici della microfisica dell’odio.”

Autore:
Valerio Renzi, giornalista e attivista. Da anni scrive di destre radicali in Italia e in Europa. Redattore di dinamopress.it, ha collaborato con il manifesto, l’Unità, Europa, Pubblico e il settimanale Carta. Attualmente lavora alla cronaca romana per il sito di informazione Fanpage.
___________________________________
Via Riccione 4, Imola
Il csa Brigata 36 e’ uno spazio sociale autogestito e antifascista
info@brigata36.it / FB: https://www.facebook.com/brigata36/

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Benefit per le Brigate di Solidarietà Attiva (sabato 10/12/2016)

2016-12-10-bsa

Riconoscendo nelle Brigate di Solidarietà Attiva una delle realtà che veramente si impegnano senza secondi fini nell’aiuto concreto alle popolazioni in difficoltà, in questo caso i terremotati di Umbria e Marche, Rumagna Sgroza e Brigata 36 sono orgogliose di organizzare una serata in loro supporto per potere dare un piccolo contributo e far sentire la nostra vicinanza e solidarietà alle popolazioni colpite.
Le Brigate di Solidarietà Attiva, nate in Abruzzo poche ore dopo il terremoto del 2009 da un gruppo di volontari, rifiutano il puro modello assistenzialista, intervenendo innanzitutto per risolvere l’emergenza immediata, spesso soddisfacendo bisogni primari, ma contemporaneamente svolgendo un lavoro volto all’emancipazione e all’autodeterminazione, mediante l’auto-organizzazione e il coinvolgimento in prima persona delle popolazioni terremotate nelle scelte della ricostruzione sociale oltre che materiale delle loro comunità.
Le Brigate di Solidarietà Attiva cercano in tutte le loro attività di favorire processi di autorganizzazione e aggregazione sociale, seguendo i principi di antirazzismo, anticapitalismo e antifascismo: lo scopo delle B.S.A. è di costituire percorsi collettivi utilizzando la solidarietà dal basso come metodo per la presa di coscienza collettiva e democratica dei soggetti coinvolti.
UNITI SIAMO TUTTO, DIVISI SIAM CANAGLIA! AVANTI BRIGATE!

alle 20.00:

Presentazione del libro: Politiche del disastro. Poteri e contropoteri nel terremoto emiliano. “Che cos’è un disastro e come si manifesta? Quali poteri emergono e vengono alimentati nei contesti colpiti? È possibile un dialogo tra istituzioni e cittadini sui modi di affrontare le conseguenze? È possibile elaborare forme di autorganizzazione in risposta alla catastrofe volte a rigenerare l’esistenza di fronte alla violenza degli eventi e offrire anche soluzioni alternative rispetto a quelle istituzionali?”. Sarà presente l’autrice Silvia Pitzalis.

alle 22.00… CONCERTI! con:

Azione Diretta
Nascono nel 2007 nella provincia di Perugia e nel giro di un paio di anni si impongono come una delle più interessanti realtà del panorama Oi! e Street-Punk poi purtroppo si sciolgono e sembrano dover rimanere una semplice meteora della scena, seppur indimenticabile per chi li sentì al tempo. Fortuna vuole che abbiano deciso di riformarsi nel 2016.. e dunque era nostro preciso dovere che in Romagna si potesse godere del loro magnifico Oi! e Street-Punk che spazia fra politica di strada e curva con attitudine da vendere! Non perdeteveli!

Tullamore
Una delle ultime coproduzioni Rumagna Sgroza e sicuramente una di quelle più fortemente volute! Da quando abbiamo messo le mani sul precedente split e li abbiamo scoperti abbiamo deciso che dovevamo dare tutto il supporto che potevamo ad una così meritevole band! Se vi piacciono le sonorità irlandesi mischiate al Punk (e a noi piacciono un bel po’) DOVETE ascoltarli perchè in italia al momento poche band del genere sono alla loro altezza! dalla Pavia celtica!

Kaosforcause
In una serata del genere questa è sicuramente una delle band più azzeccate. Sia perchè vengono da una delle zone più colpite, sia perchè è notorio il loro impegno sociale come band e come persone, sia perchè spaccano e anche loro era un po’ che volevamo vederli live dalle nostre parti! Combat Punk politicizzato e veramente ben suonato dalla Terni che non molla!

Diario di Bordo
In realtà basterebbe che lasciassi il nome senza ulteriori spiegazioni e già darei a parecchi un buon motivo per partecipare alla serata! 3/5 di loro giocano in casa e questa band è sicuramente una di quelle di punta della nostra zona e dell’intero stivale! hanno ormai macinato una buona serie di concerti e riscosso successo ovunque.. tornano finalmente a casa.. tempo di fargli sentire che ci sono mancati! Da Imola-Taranto-Gargano il meglio Street-Punk pirata!

The Innocent
E per finire una bella novità nel panorama romagnolo.. metti insieme 3 musicisti ben rodati (tra cui spicca l’attuale batterista dei Reazione), un genere non facile e non tanto diffuso al momento (ma sicuramente molto amato dai punk, e non solo, di ogni età) come il Glam Punk e ottieni i The Innocent! Siamo sicuri che saranno per tutti voi una grande sorpresa!

e bona! una interessante presentazione, 5 band della madonna di 5 diversi sottogeneri di Punk, una giusta e solidale causa… e il primo concerto della nuova stagione di Rumagna Sgroza! dai mò!

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Vendesi 13 case popolari!

Dalla pagina dello Sportello Antisfratto Imola

___________________________________________________

Il 15 dicembre si terranno le aste per la svendita di altre 13 case popolari a Imola.
La dismissione del patrimonio pubblico è un FURTO a tutti/e noi ed un INSULTO a tutte quelle persone e famiglie che vivono l’emergenza abitativa!

volantino-vendita-case-popolari
VENDESI 13 CASE POPOLARI
PER SCARSA VOLONTA’ POLITICA DI AFFRONTARE SERIAMENTE LA QUESTIONE ABITATIVA CHE A CAUSA DELLA PRECARIZZAZIONE DEL LAVORO VEDE SEMPRE PIU’ PERSONE RISCHIARE DI TROVARSI SENZA UN TETTO SULLA TESTA.

<<Vi togliamo diritti poco alla volta. Per farvi sentire più in sintonia con la precarizzazione del lavoro cerchiamo di rendere precario anche ogni altro diritto. Non temete, smantelleremo il welfare un mattone alla volta >>
[semicit. Il vostro poco amato assessore alla casa]

VE LA POSSONO RACCONTARE IN TANTI MODI FANTASIOSI, MA IL FINALE RESTA SEMPRE E COMUNQUE CHE VISSERO FELICI E CONTENTI SOLO QUELLI CHE STAVANO GIA’ BENE.

SE VUOI CAMBIARE IL FINALE FAI SENTIRE LA TUA VOCE!

ASSEMBLEA dello SPORTELLO ANTISFRATTO
Lunedì ore 20.30 / via Riccione, 4 / Imola

mail: antisfratto@autistici.org
tel. 377 444 2572

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

In merito all’ordine del giorno contro il neofascismo approvato in consiglio comunale

Il comunicato di Imola Antifascista sull’ordine del giorno contro il neofascismo approvato in consiglio comunale

_________________________________________________________________

Apprendiamo dai giornali dell’approvazione dell’ordine del giorno sul tema dell’antifascismo presentato, ed approvato all’unanimità, in consiglio comunale dalla consigliera di maggioranza Giulia Barelli, portavoce dei Giovani Anpi.

Il documento però presenta per noi le seguenti lacune politiche. Il tema dell’antifascismo – complesso in un momento storico come quello attuale, in cui la deriva xenofoba e violenta di molti movimenti sta prendendo piede nelle strade e nei mass media – viene trattato in modo appositamente generico e vago per mera tattica politicista.

In primo luogo, nell’ordine del giorno presentato dalla consigliera Barelli, a differenza del testo originario dell’appello sul quale sono state raccolte oltre 1300 firme grazie anche al coordinamento di ImolAntifascista, manca la parte che noi riteniamo imprescindibile e cioè:
“Istituire meccanismi di intervento che consentano di negare il rilascio dell’autorizzazione di concessione degli spazi pubblici alle organizzazioni che presentino richiami all’ideologia fascista, alla sua simbologia, alla discriminazione razzista, etnica, religiosa o sessuale, verificati a livello statutario, ove lo Statuto sia presente, o dell’attività pregressa”
Tale parte, appunto rimossa nell’odg approvato, avrebbe consentito che nessun soggetto partitico, politico o associazione che contenga nella sua storia o documentazione quali volantini e manifesti richiami al fascismo o alla sua ideologia violenta e razzista potesse avere spazio ed agibilità politica nella nostra città. È una premessa indispensabile per evitare che alcuni soggetti come Forza Nuova possano eludere i regolamenti comunali mascherando le loro vere finalità e soggettività dietro altri nomi (per esempio la loro organizzazione giovanile Lotta Studentesca). La modifica del regolamento comunale, quindi, così come proposta non è sufficiente per impedire che venga dato spazio a forze che propagandano odio come Forza Nuova o Casa Pound, per citare quelle più conosciute, anche se in molti casi potrebbe riguardare anche la propaganda leghista.

In secondo luogo, dubitiamo fortemente che il sindaco, che, come la maggior parte dei consiglieri comunali di maggioranza, non ha firmato nemmeno l’appello promosso da noi insieme all’Anpi, che poi ne ha stravolto il contenuto con l’odg, possa impegnarsi ed ottenere risultati nel contrasto di questi soggetti a livello regionale e/o nazionale.

Non resteremo in attesa di vedere i prevedibili quanto inutili effetti di questo ordine del giorno. Difendiamo l’antifascimo ogni giorno dell’anno, non solo in occasione del 25 aprile. Pertanto invitiamo gli/le antifasciste a non adagiarsi sugli allori ma a impedire che discorsi omofobi, razzisti e fascisti possano inquinare l’aria che respiriamo.

ImolAntifascista

imola antifascista rosso-nero

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •