FAMIGLIA NATURALE? NO, FRIZZANTE!

frizz

Da gennaio il collettivo del c.s.a. Brigata 36 sta presidiando le riunioni del Consiglio Comunale di Imola, per non lasciare passare inosservata la presentazione di un ordine del giorno omofobo ed integralista sulla “famiglia naturale”, promosso da un’associazione ultra-cattolica, i “Giuristi per la vita”, insieme al consigliere Mirri.
Cercando di schermarsi dietro le leggi di uno Stato laico, chiedono che un’istituzione locale, laica anch’essa, condizioni attraverso una serie di normative le scelte relazionali, la sessualità, l’utilizzo che ognun@ fa del proprio corpo, comportando l’imposizione di un modello sociale profondamente discriminatorio. Non ci si può nascondere dietro la libertà di espressione per sentirsi legittimati a denigrare relazioni che non siano formate da coppie eterosessuali e unite in matrimonio.
Nel documento presentato dai “Giuristi per la vita”, con il pretesto di difendere la libertà di espressione e di religione, viene richiesta per di più l’erogazione di finanziamenti pubblici per chi frequenta scuole private. A questo proposito, solo pochi mesi fa, simili proposte sono state rigettate nel referendum consultivo di Bologna: è evidente che non si debbano privare di ulteriori risorse le scuole pubbliche, già fortemente colpite dalle ultime riforme scolastiche.
Ci auguriamo quindi che il Comune di Imola non perda tempo a decidere cosa e chi sia “naturale”, istituzionalizzando il fondamentalismo religioso e la discriminazione delle coppie di fatto e delle persone non eterosessuali. Quello di cui la società ha bisogno è risolvere questioni ben più importanti quali l’emergenza abitativa ed occupazionale, il contrasto alla violenza di genere, l’estensione dei diritti per tutte e tutti, migranti e non, indipendentemente da orientamento sessuale e identità di genere.
La discussione in Consiglio Comunale di tale ordine finora è stata rinviata, ma è importante continuare a presidiare questi incontri ed opporci a tale oscenità finché non verrà definitivamente ritirata.
INVITIAMO QUINDI TUTTI E TUTTE A PRESIDIARE CONTRO QUESTA MOZIONE OSCURANTISTA LE RIUNIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE, A PARTIRE DALLA PROSSIMA CHE AVRÀ LUOGO MERCOLEDÌ 26/2 DALLE 14.45 ALLE 20.00 PRESSO IL PALAZZO DEL COMUNE.

c.s.a. Brigata 36

info: spaziosocialeimola@libero.it

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *