Archivi categoria: Antirazzismo

MARCIA DELLE DONNE E DEGLI UOMINI SCALZI A IMOLA (sabato 12/9/2015)

Il csa Brigata 36, in solidarietà a tutti/e i/le migranti in viaggio verso un futuro migliore, aderisce ed invita a partecipare alla marcia, che partirà dal Centro Interculturale delle donne di Trama di Terre in via Aldrovandi 31.

2283

Per info:
http://www.tramaditerre.org/tdt/articles/art_6290.html
https://www.facebook.com/events/1473269766311267/

4° Coppa Precaria – resoconto

Ringraziamo tutti/e i/le partecipanti alla 4° edizione della Coppa Precaria. Per noi non si tratta solo di una giornata di sport, ma di ricordare ancora una volta di chi sono le responsabilità della precarizzazione non solo delle condizioni lavorative, ma anche delle nostre vite, a partire dalla legge Biagi-Maroni del 2003 fino al recente Jobs Act di Renzi.
Tutti/e hanno ribadito insieme la natura antifascista, antirazzista e antisessista della giornata, mentre San Precario ha dato il suo contributo intercedendo ai piani alti per evitare un acquazzone…

11210468_1138419122850744_5661160259752059006_n

Pagellone sportivo della 4° Coppa Precaria!

Vincitori del torneo: DIONISO 3.01: i giovani “veterani” alla 3° partecipazione centrano l’obiettivo di portare a casa la coppa (che quest’anno era così precaria che non c’era), alternando momenti di nettà superiorità ad altri di maggiore sofferenza. Altro livello!

2° classificati: BLACK STAR: dall’Africa una ventata di gioco nuovo alla 4° edizione del torneo, ritmo, pressing e corsa instancabile dal fischio d’inizio della prima partita fino all’ultimo minuto della finale. Vincitori morali!

3°/4° classificata: REAL GAETANO: i ragazzi escono a testa alta dopo essere stati eliminati in semifinale dai Black Star, a dimostrazione che gioco di squadra e “vita da mediano” possono valere più di un fuoriclasse solitario. Orgoglio proletario!

3°/4° classificata: ALLEGRI SCARPONI: la squadra degli organizzatori del torneo accede in maniera rocambolesca alle semifinali, dal pubblico si grida al “magheggio”, e in effetti nella semifinale ben presto ci si accorge perchè erano stati ribattezzati “allegri panzoni”. Rimandati a settembre!

Menzione d’onore: BORGOROSSO: dominatori del proprio girone di qualificazione, insegnano a tante squadre più giovani cosa vuol dire giocare a calcio. Abbandonano la competizione alle semifinali lasciando il dubbio che se fossero rimasti la coppa sarebbe potuta essere la loro. Esperienza!

Miglior giocatore: il “piccolo Messi” gioca contemporaneamente in 2 squadre, infaticabile e con un futuro promettente per le prossime edizioni. Largo ai giovani!

https://www.youtube.com/watch?v=eMYT6gwfB4o&feature=youtu.be

Infine il contributo di un partecipante alla giornata di ieri!
I/Le più bravi/e riconosceranno la doppia citazione dei personaggi… vignetta pinki

Comunicato in merito alla “Coppa Precaria”

Pubblichiamo il comunicato inviato ai giornali in merito alla “Coppa Precaria”.

Invitiamo tutti/e il 1° maggio a respingere le provocazioni mosse dalla Lega Nord e a far sì che la giornata non venga rovinata e strumentalizzata da questa gentaglia!

A seguito di alcuni articoli riguardanti la “Coppa Precaria”, che si svolgerà il 1 maggio alla Rocca di Imola, apparsi sulla stampa locale nella giornata di oggi, ci teniamo a intervenire in merito per non lasciare spazio a fraintendimenti e strumentalizzazioni. Ci sembra scontato affermare che non potrà mai esserci collaborazione e comunità di intenti tra partiti di destra o di estrema destra – come la Lega Nord e i loro alleati politici di Casapound- e il csa Brigata 36.
Respingiamo tutte le provocazioni dei militanti del partito leghista, responsabile da sempre di politiche che fomentano razzismo e discriminazione sociale, e che al pari di altri partiti di centrodestra e centrosinistra hanno contribuito a precarizzare le vite di italiani e migranti, a partire dalle leggi Biagi-Maroni e Bossi-Fini.
La Coppa Precaria ha da anni una ben chiara e definita identità politica: è infatti un evento in cui scendono in campo una netta denuncia dello sfruttamento sul lavoro, il diritto ad una casa per tutti e tutte, il rifiuto dei respingimenti dei/lle migranti e del ricatto dei rinnovi dei permessi di soggiorno. Provocazioni e polemiche da parte di forze politiche atte solo a racimolare visibilità e a diffondere razzismo, fascismo o sessismo non sono quindi accettate.
L’evento richiama in campo non sulla sola base di una comune lotta contro il Jobs Act e la precarietà, ma sulla condivisione di principi per noi imprescindibili come solidarietà, uguaglianza e multietnicità, non rielaborabili o manovrabili da becere propagande populiste.
csa Brigata 36

Graphic novel “Siamo tutti uomini – I colori dell’Olocausto” & live con DEG HERL + HUARACA ORKESTRA (sabato 7/2/2015)

Locandina A4Sabato 7/2 ore 20 al csa Brigata 36

Presentazione ed esposizione della graphic novel:
“SIAMO TUTTI UOMINI – I Colori Dell’ Olocausto”
Realizzato da Francesco Ive Lombardo, Janjo, Dario Maglionico, Cosimo Cheone Caiffa, Toni Viceconti

Nei lager nazisti, furono uccisi circa 15 milioni di persone, 6 milioni di questI erano ebrei.
Perchè, allora, quando si parla di Olocausto o Giorno della Memoria si pensa solo alla deportazione del popolo ebraico? Chi erano tutti gli altri deportati?
I nazisti avevano inventato un sistema di codifica per classificare i prigionieri, in base ai motivi dell’arresto il deportato veniva contrassegnato con un triangolo di colore diverso:

• Criminali comuni Verde
• Apolidi Blu
• Testimoni di Geova Viola
• Asociali Nero
• Prigionieri politici Rosso
• Omosessuali Rosa
• Zingari Marrone
• Ebrei Stella Gialla

“SIAMO TUTTI UOMINI – I Colori dell’Olocausto” vuole raccontare e far emergere la storia di tutti quei 15 milioni di persone perchè non esiste una classifica d’importanza, le loro vite erano tutte importanti in egual misura.

La graphic novel è composta da 8 storie, una per ogni “triangolo”, scritte e sceneggiate da Francesco “Ive” Lombardo e disegnata da Janjo, Dario Maglionico, Cosimo “Cheone” Caiffa e Toni Viceconti ed è stata pubblicata il 20 gennaio 2015 per la casa editrice “La Memoria del Mondo”.

////////////////////////////////////////////////////////////////////

A SEGUIRE SERATA LIVE CON:

DEG HERL
(rock’n’roll wawe-punk da imola-bologna)
Una macchina rock n’roll, wave -punk a nervi tesi e danzicchiabile, su costruzioni ritmiche minimaliste e sincopate che vi faranno muovere il piedino a tempo con la bass-line o andare fuori di testa con sciabordate chitarristiche taglienti e languidezze free-psych.
Quando l’immaginario di matrice Clash e dintorni (con contaminazioni funk e dub) copula con l’underground newyorkese in sede CBGB, nascono figliocci bastardi come i Deg Herl, con un orecchio di riguardo anche verso l’indie rock ’90 e sue certe sfumature più melodiche e morbide.

HUARACA ORKESTRA
https://www.facebook.com/pages/Huaraca-Orkestra/583390385073451?fref=ts
(reggae-ska/punk dalla romagna)
nessuna descrizione per quest* ragazz*, vi basta ascoltare un pezzo per capire che spaccano :)
https://www.youtube.com/watch?v=NXvGXAA2jbQ

4° DISTRIBUZIONE AGRUMI SOS ROSARNO (giovedì 19/02/2014)

sos rosarno (febbraio 2015)NON SPREMERE I LAVORATORI! AGRUMI CONTRO LO SFRUTTAMENTO

RACCOLTA ORDINI ENTRO L’8 FEBBRAIO
DISTRIBUZIONE IL 19 FEBBRAIO DALLE 17 ALLE 21

Il centro sociale autogestito Brigata 36 raccoglie adesioni per organizzare l’ordinazione di agrumi solidali attraverso la rete “SOS ROSARNO”.

Gli agrumi dei produttori di riferimento di “SOS Rosarno” provengono rigorosamente da agricoltura biologica certificata. Tutti i produttori sono piccoli proprietari, singoli o associati in cooperative, che assumono regolarmente la manodopera impiegata nella raccolta, per oltre il 50% immigrata, e sono interni al circuito della solidarietà con gli africani di Rosarno, che nell’assoluta insufficienza delle politiche istituzionali d’accoglienza possono sopperire ai bisogni più elementari solo grazie al sostegno delle realtà associative della società civile.

Essendo necessario richiedere un ordine minimo di 50 cassette intendiamo organizzare una raccolta di adesioni entro l’8 febbraio, con consegna degli agrumi il 19 febbraio dalle 17 alle 21 presso il c.s.a. Brigata 36 (via Riccione 4, Imola), o in altra data previo accordo (pagamento il giorno stesso del ritiro).

Questo il prezzo dei prodotti proposto, comprensivo dei costi di raccolta e distribuzione:

  • MANDARINI MARZOLI (con i semi)………. 1,93 €/kg; 13,50 € cassa da7 kg
  • ARANCE DA TAVOLA (Navelina o Tarocco) ………. 1,50 €/kg; 15,00 € cassa da 10 kg
  • ARANCE DA SUCCO (Navelina, Tarocco o Moro)………. 1,15 €/kg; 11,50 € cassa da 10 kg
  • LIMONI ………. 1,60 €/kg; 16,00 € cassa da 10 kg o 8,00 cassa da 5 kg

Invitiamo quindi chiunque fosse interessato a scriverci alla mail info@brigata36.it, a contattarci su facebook al profilo Brigata Trentasei o a chiamare Lorenzo al 3386392154, indicandoci nome, cognome, telefono e l’ordinazione richiesta.

Per maggiori informazioni sulla campagna “SOS ROSARNO” vi invitiamo a consultare il sito della campagna http://sosrosarno.org/

PREZZO TRASPARENTE AGRUMI PER PRODOTTO

CLEMENTINE/MANDARINI € 1,93/kg:
Raccolta 0.13 €
Lavorazione 0.30 €
Trasporto 0.16 €
Promozione 0.16 €
Quota di solidarietà migranti 0.05 €
Produttore 0.85€
Distribuzione 0.28 €

ARANCE DA SUCCO € 1,15/kg:
Raccolta 0.09 €
Lavorazione 0.30 €
Trasporto 0.16 €
Promozione 0,08 €
Quota di solidarietà migranti 0.05 €
Produttore 0.27 €
Distribuzione 0.20 €

ARANCE TAVOLA € 1,50/kg:
Raccolta 0.09 €
Lavorazione 0.30 €
Trasporto 0.16 €
Promozione 0.13 €
Quota solidarietà 0.05 €
Produttore 0.52 €
Distribuzione 0.25 €

Non spremere i lavoratori! Agrumi contro lo sfruttamento

Il centro sociale autogestito Brigata 36 raccoglie adesioni per organizzare l’ordinazione di agrumi solidali attraverso la rete “SOS ROSARNO”.

Gli agrumi dei produttori di riferimento di “SOS Rosarno” provengono rigorosamente da agricoltura biologica certificata. Tutti i produttori sono piccoli proprietari, singoli o associati in cooperative, che assumono regolarmente la manodopera impiegata nella raccolta, per oltre il 50% immigrata, e sono interni al circuito della solidarietà con gli africani di Rosarno, che nell’assoluta insufficienza delle politiche istituzionali d’accoglienza possono sopperire ai bisogni più elementari solo grazie al sostegno delle realtà associative della società civile.

Essendo necessario richiedere un ordine minimo di 50 cassette intendiamo organizzare una raccolta di adesioni entro il 7 dicembre, con consegna degli agrumi dal 23 dicembre presso il c.s.a. Brigata 36 (via Riccione 4, Imola), con pagamento il giorno stesso del ritiro.

Questo il prezzo dei prodotti proposto, comprensivo dei costi di raccolta e distribuzione:

  • MANDARINI ………. 1,93 €/kg; 13,50 € cassa da7 kg
  • CLEMENTINE ………. 1,93 €/kg; 13,50 € cassa da7 kg
  • ARANCE DA TAVOLA (Navelina) ………. 1,50 €/kg; 15,00 € cassa da 10 kg
  • ARANCE DA SUCCO ………. 1,15 €/kg; 11,50 € cassa da 10 kg
  • LIMONI ………. 1,60 €/kg; 16,00 € cassa da 10 kg o 8,00 cassa da 5 kg

Invitiamo quindi chiunque fosse interessato a scriverci alla mail info@brigata36.it, a contattarci su facebook al profilo Brigata Trentasei o a chiamare Lorenzo al 3386392154, indicandoci nome, cognome, telefono e l’ordinazione richiesta.

Per maggiori informazioni sulla campagna “SOS ROSARNO” vi invitiamo a consultare il sito della campagna http://sosrosarno.org/

sos rosarno (dicembre 2014)

PREZZO TRASPARENTE AGRUMI PER PRODOTTO

CLEMENTINE/MANDARINI € 1,93/kg:
Raccolta 0.13 €
Lavorazione 0.30 €
Trasporto 0.16 €
Promozione 0.16 €
Quota di solidarietà migranti 0.05 €
Produttore 0.85€
Distribuzione 0.28 €

ARANCE DA SUCCO € 1,15/kg:
Raccolta 0.09 €
Lavorazione 0.30 €
Trasporto 0.16 €
Promozione 0,08 €
Quota di solidarietà migranti 0.05 €
Produttore 0.27 €
Distribuzione 0.20 €

ARANCE TAVOLA € 1,50/kg:
Raccolta 0.09 €
Lavorazione 0.30 €
Trasporto 0.16 €
Promozione 0.13 €
Quota solidarietà 0.05 €
Produttore 0.52 €
Distribuzione 0.25 €

Comunicato dell’Imola antifascista e antirazzista

Rilanciamo il comunicato scritto da antirazziste/i e antifasciste/i di Imola dopo i fatti di oggi in via Bergullo e la contestazione alle squallide provocazioni di Salvini e della Lega Nord
________________________________________________________________

Questa mattina in via Bergullo un gruppo di antifasciste/i ed antirazziste/i imolesi voleva protestare contro le provocazioni del segretario della Lega Nord, venuto in città a raccogliere voti sulla pelle dei richiedenti asilo ospitati nella ex scuola Pascola.
Un dispiegamento inaudito di forze dell’ordine ha bloccato la mobilità dei residenti della zona nel tentativo di impedire la nostra contestazione pacifica e contemporaneamente di tutelare Matteo Salvini e i militanti della Lega Nord.
Nonostante ciò siamo riusciti a garantire la nostra presenza in tutte le vie d’accesso e di fronte al Centro di Accoglienza, riuscendo comunque a far sentire la nostra voce sebbene una parte del gruppo sia stata respinta con forza.
Chiediamo ora di conoscere quanto è costata alla collettività quest’operazione di polizia, funzionale esclusivamente alla campagna elettorale populista di Matteo Salvini.
Chiediamo all’ANPI, alla CGIL e a tutte le forze che si ritengono antifasciste ed antirazziste il motivo della loro assenza e chiediamo quindi di prendere perlomeno una pubblica posizione in quanto è intollerabile che in una città come Imola, medaglia d’oro della Resistenza, ci sia un blocco di democrazia a favore degli interessi di un razzista.

Le/i antirazziste/i e antifasciste/i di Imola

10689807_717164521713099_4340431347625639548_n