Archivi categoria: Antisessismo

NON C’E’ BISOGNO DI ESSERE LA CAUSA PER DIFENDERE LA CAUSA!

È con frocissimo orgoglio che il csa Brigata36 aderisce e vi invita anche quest’anno all’Onda Pride 2016. Una manifestazione che rivendica i diritti LGBTQI: lotta di liberazione e affermazione delle libertà individuali, degli orientamenti sessuali e dei corpi.

Quest’anno l’Italia ha introdotto le unioni civili, sebbene con vergognoso ritardo rispetto al resto dell’occidente. Nonostante venga spacciata per una legge che garantisce i diritti di ogni persona, nella realtà continua a discriminare e non riconosce le cosiddette “diversità”.

Proprio alla luce della strage di Orlando, alla conseguente strumentalizzazione razzista delle destre e all’indifferenza di molti, ribadiamo con ancora più orgoglio che la norma eterosessuale non ci interessa e che il diritto di amare è universale e deve essere riconosciuto come tale.

Noi streghe sovversive, checche profumate, froci piumati, pompinare rosse, mostri transgender glitterati rivendichiamo la libertà di relazionarci in qualsiasi posizione, forma e colore contro ogni categorizzazione, costruendo relazioni arcobaleno e cavalcando delfinocorni alati.

VENITE TUTT*, PER VENIRE OVUNQUE!
Sempre con amore, Brigata 36

___________________________________
Gli appuntamenti:
> Venerdì 24/6 ore 18 Brigayta Garden
> Sabato 25/6 ore 15 Bologna Pride 25 Giugno 2016 // Pride Libera Tutt*

Brigayta Garden (venerdì 24/6/2016)

2016-06-24 brigayta garden

Contro la calura estiva!
Contro omofobia e sessismo!

BRIGAYTA GARDEN
* nel cortile
* relax
* drink
* aperitivo
* gender special guest

Venerdì 24 giugno 2016
Dalle 18 alle 22
csa Brigata 36 – via Riccione 4, Imola

In solidarietà con le vittime della strage di Orlando e contro ogni forma di sessismo e omofobia!

Aspettando il Bologna Pride del 25 giugno 2016 (ore 15 – parco del Cavaticcio): prepariamoci con cartelli e striscioni!

____________________________________________________________

NON C’E’ BISOGNO DI ESSERE LA CAUSA PER DIFENDERE LA CAUSA!

È con frocissimo orgoglio che il csa Brigata36 aderisce e vi invita anche quest’anno all’Onda Pride 2016. Una manifestazione che rivendica i diritti LGBTQI: lotta di liberazione e affermazione delle libertà individuali, degli orientamenti sessuali e dei corpi.

Quest’anno l’Italia ha introdotto le unioni civili, sebbene con vergognoso ritardo rispetto al resto dell’occidente. Nonostante venga spacciata per una legge che garantisce i diritti di ogni persona, nella realtà continua a discriminare e non riconosce le cosiddette “diversità”.

Proprio alla luce della strage di Orlando, alla conseguente strumentalizzazione razzista delle destre e all’indifferenza di molti, ribadiamo con ancora più orgoglio che la norma eterosessuale non ci interessa e che il diritto di amare è universale e deve essere riconosciuto come tale.

Noi streghe sovversive, checche profumate, froci piumati, pompinare rosse, mostri transgender glitterati rivendichiamo la libertà di relazionarci in qualsiasi posizione, forma e colore contro ogni categorizzazione, costruendo relazioni arcobaleno e cavalcando delfinocorni alati.

VENITE TUTT*, PER VENIRE OVUNQUE!
Sempre con amore, Brigata 36

____________________________________________________________
Rispetta il tuo cane, lascialo a casa
Ingresso con tessera annuale
Il csa Brigata 36 è uno spazio sociale autogestito e antifascista
FB: Brigata 36

Il sessismo fa schifo!

A seguito della morte di Buonanno sono arrivate critiche di “caduta di stile” da parte del segretario della Lega Nord imolese Casalini rivolte ad alcuni post apparsi su facebook.

Ciò ha portato ad un accanimento di militanti e simpatizzanti della Lega Nord in particolare su una ragazza, che è degenerato in breve tempo in centinaia di commenti sessisti, minacce e altre volgarità e provocazioni sconfinate nella creazione di una pagina su facebook dal vergognoso titolo “[nome e cognome della ragazza] la pompinara rossa di Bologna”.

Abbiamo raccolto alcune delle centinaia di questi commenti dalle bacheche di Casalini, della Lega Nord Imola, di Salvini e della pagina offensiva creata apposta dai simpatizzanti della Lega Nord.

I leghisti dovrebbero imparare che il rispetto non è un atto dovuto, e che chi per primo specula sulla pelle delle persone, dai migranti agli italiani, e quotidianamente offende e umilia donne e gay, sarà trattato con lo stesso disprezzo.

Aggredire con insulti sessisti e razzisti e con modalità da “branco” una ragazza ridotta ad oggetto sessuale ci conferma nuovamente che la “caduta di stile”, per l’ennesima volta, l’hanno fatta loro.

123

Riot Grrrl Fest 2.0 (sabato 14/5/2016)

2016-05-14 riot grrrl fest 2.0Sabato 14 maggio 2016
Dalle 22 puntuali
csa Brigata 36 (via Riccione 4, Imola)

RIOT GRRRL FEST 2.0

Band, musica ed arte al femminile contro ogni forma di discriminazione e violenza sulle donne!

Cannibal Collective è fiero di presentarvi la seconda edizione del Riot Grrrl Fest e visto che squadra vincente non si cambia l’evento si terrà sempre al csa Brigata 36 di Imola, luogo dove le idee di libertà e uguaglianza fervono e si rivendicano! Il Riot Grrrl Fest infatti nasce per promuovere e dar voce alle band femminili del nostro territorio, per gridare forte contro ogni violenza sulle donne, ogni forma di discriminazione che troppo spesso vengono lasciate in secondo piano e negate, per far vedere quanto le donne romagnole siano combattive e attive!
Ad incendiare il palco del Brigata ci saranno:

FROWN (Ferrara)
Lo-fi girl talking

Aceitunas (Imola)
Indi rock

ALGA KOMBU (Imola)
Riot punk

Le Gimlet (Imola)
Electro Dancefloor

Durante la serata banchetti di autoproduzioni ed esposizioni artistiche al femminile! Chiunque fosse interessata ad esporre o a fare un banchetto può contattarci qui su facebook o alla mail info@brigata36.it !

“Nell’occhio del ciclone” & concerto con Tear Me Down + Affluente + Contrasto + Ludd + Hobophobic (sabato 2/4/2016)

2 aprile 2016_web

SABATO 2 APRILE 2016

CSA BRIGATA 36
via Riccione n.4, Imola (BO)

LA RESISTENZA CURDA TRA GUERRA E RIVOLUZIONE
PUNK HC BENEFIT

Ore 18.00
Presentazione del libro “NELL’OCCHIO DEL CICLONE. La Resistenza curda tra guerra e rivoluzione” (Tabor edizioni, dic.’14).
Proiezioni video e chiacchierata con l’autore DANIELE PEPINO.

La guerriglia del PKK e la rivoluzione del Rojava, il conflitto con lo Stato Islamico e la lotta di liberazione delle donne, il confederalismo democratico e la guerra contro il governo turco. Scenari e prospettive di un processo rivoluzionario che sta mettendo in discussione l’intero assetto mediorientale.

Ore 20.30
Cena benefit a cura del Vascello Vegano per lo spazio libertario “Sole e Baleno” di Cesena

Ore 22.30 circa
CONCERTO PUNK HC ALLA VECCHIA MANIERA
BENEFIT PER LA POPOLAZIONE CURDA IN LOTTA

Con questa scaletta:
HOBOPHOBIC (hardcore punk Taranto)
LUDD (hardcore Rovereto)
CONTRASTO (hardcore punk Cesena)
AFFLUENTE (fondamentalismo hardcore Ascoli Piceno)
TEAR ME DOWN (fondamentalismo punk hardcore Roma)

Nella corso della serata ricorderemo con un brindisi il compagno Remo Rivola, scomparso il 2 aprile del 2015

___________________________________________________________
no fascismo, no razzismo, no sessismo, no omofobia.
rispetta il cane, se puoi lascialo a casa.
al csa brigata 36 purtroppo non c’è spazio per dormire.
machismo da pogo…anche no!!!

 

Presentazione di “Sebben che siamo donne” con Paola Staccioli e Silvia Baraldini (sabato 30/1/2016)

2016-01 sebben che siamo donne

Due serate di presentazione del libro:

SEBBEN CHE SIAMO DONNE
– storie di rivoluzionarie –

Parole, video e reading con l’autrice
PAOLA STACCIOLI
e la testimonianza di
SILVIA BARALDINI

Venerdì 29 gennaio – Cesena
Spazio libertario Sole e Baleno (sobb. Valzania 27, dopo porta Santi)
Ore 20.30 buffet vegan, ore 21.30 presentazione

Sabato 30 gennaio – Imola
csa Brigata 36 (via Riccione 4)
Ore 20.30 presentazione

“Non volevano essere eroine. Forse, avevano messo in conto la morte, come chiunque quando fa una scelta radicale. Dare e ricevere sofferenza. Non è semplice. Lo si fa perché si è convinti sia una necessità storica. Lo si fa per amore. Amore per la giustizia, per la libertà. Amore per la rivoluzione.”

Un romanzo biografico corale per capire la storia recente del nostro paese attraverso le scelte di dieci donne

Questo libro è nato per dare un volto e un perché a una congiunzione. Nel commando c’era anche una donna, titolavano spesso i giornali qualche decennio fa. Anche.
Un mondo intero racchiuso in una parola. A sottolineare l’eccezionalità ed escludere la dignità di una scelta. Sia pure in negativo.
Nel sentire comune una donna prende le armi per amore di un uomo, per cattive conoscenze. Mai per decisione autonoma. Al genere femminile spetta un ruolo rassicurante. In un’epoca in cui sembra difficile persino schierarsi «controcorrente», le «streghe» delle quali si racconta nel libro emergono dal recente passato con la forza delle loro scelte.
Dieci militanti politiche (Elena Angeloni, Margherita Cagol, Annamaria Mantini, Barbara Azzaroni, Maria Antonietta Berna, Annamaria Ludmann, Laura Bartolini, Wilma Monaco, Maria Soledad Rosas, Diana Blefari) che dagli anni Settanta all’inizio del nuovo millennio, in Italia, hanno impugnato le armi o effettuato azioni illegali all’interno di differenti organizzazioni e aree della sinistra rivoluzionaria, sacrificando la vita per il loro impegno.

http://www.sebbenchesiamodonne.it/
https://www.facebook.com/sebbenchesiamodonne

Messaggio di coming out pro-ciccia!

Riceviamo il messaggio di Imola Antifascista e facciamo anche noi coming out!
__________________________________________________________________

coming out

I bigotti neofascisti di Lotta Studentesca stamattina hanno provato a volantinare a Imola, trasmettendo tra le altre amenità l’importante messaggio tramite cui desiderano far sapere al mondo intero che a loro “non piacciono le donne grasse”.

A noi invece piacciono le donne grasse, magre, alte e basse, e ci piacciono anche gli uomini, sia senza un filo di grasso che con la pancetta.

Ci piace che ciascuna persona sia libera di scegliere chi più le piace, senza paura di essere giudicata, insultata o aggredita, come spesso capita dove questi soggetti girano.

Quindi facciamo coming out, a noi piacciono le maniglie dell’amore, la ciccetta sulle guance e la fetta di torta dopo una cena abbondante!

Ecco, una sola categoria di persone non ci piacciono: quella dei fascisti!

Se ti va fai coming out pro-ciccia anche te!

Imola Antifascista

NON DIAMO SPAZIO A CHI RITIENE I DIRITTI “PERVERSIONI DA CURARE” !

Pubblichiamo il comunicato di Imola Antifascista

NON DIAMO SPAZIO A CHI RITIENE I DIRITTI “PERVERSIONI DA CURARE” !

Ancora una volta il partito neofascista Forza Nuova si è presentato a Imola con un banchetto; nel giorno del Pride dell’orgoglio mondiale LGBTQ esprimiamo disgusto per chi ancora predica slogan come “le perversioni vanno curate” verso chiunque viva liberamente la propria sessualità.

Sappiamo bene che non possiamo aspettarci nulla dall’amministrazione guidata dal PD, che nel silenzio concede l’autorizzazione per l’ennesimo banchetto a FN e a cui evidentemente non interessano le conseguenze che l’attività dei movimenti di estrema destra ha sulla società.

Noi non ignoriamo i pestaggi, gli accoltellamenti e gli omicidi che avvengono con frequenza da parte di militanti e simpatizzanti di estrema destra nelle città in cui questi movimenti hanno attecchito; Firenze, Cremona, Napoli, Torino, Rimini per citare alcune delle città colpite di recente.

Domani non accetteremo la retorica di chi oggi si rende silenziosamente complice del loro sdoganamento.

Imola Antifascista

n