Archivi categoria: Eventi

Imola: street parade antifascista e antirazzista (sabato 14/4/2018)

banner evento

IMOLA: STREET PARADE ANTIFASCISTA E ANTIRAZZISTA
https://www.facebook.com/events/1831658020468462/

Sabato 14 aprile 2018 a Imola
Nel 73° anniversario della Liberazione di Imola dal nazifascismo, attraversiamo le vie della città con una parata musicale!
Combattiamo chi fomenta e protegge razzismo e fascismo!

Concentramento ore 15 in piazzale Marabini (stazione dei treni) ad Imola.
Lungo il percorso musica, letture ed intervento di Nullo Mazzesi (artista, poeta, muratore e partigiano).

Finito il corteo, al csa Brigata 36 (via Riccione 4):
– ore 19: musica e parole partigiane con Nullo Mazzesi e Labile Istante di Vuoto (Contrasto progetto acustico)
– ore 20: cena buffet
– ore 22: Afreak in concerto (roots reggae dalla Romagna cesenate) e dj-set

La street parade è confermata anche in caso di maltempo!
Ci troviamo senza bandiere identitarie se non quelle dell’antifascismo.
Info e adesioni: imola-antifascista@libero.it, FB Imola Antifascista.

PER UNA NUOVA LIBERAZIONE
Sono passati 73 anni dal 14 aprile del 1945, giorno della Liberazione di Imola: festeggiamo la vittoria partigiana sul nazifascismo, ma non possiamo certo festeggiare la situazione italiana e mondiale attuale. Viviamo in un tessuto sociale disastrato, dove chi ha di più continua ad accumulare ricchezze mentre chi ha di meno viene impoverito/a ulteriormente, con un ambiente devastato per le speculazioni di pochi e guerre combattute per interessi economici fomentate da militarismo, neocolonialismo predatorio, odio razziale o religioso e dall’industria – anche italiana – degli armamenti.
Ma intorno a noi molta gente, invece di prendersela con i reali responsabili di questa crisi, viene ingannata a credere che il problema sia il diverso, l’ultimo arrivato, la guerra tra “nuovi” poveri e chi povero lo è da generazioni invece che la guerra alla povertà.
Si moltiplicano così episodi criminali fomentati dal razzismo, come l’attentato terroristico compiuto da un leghista a Macerata e l’omicidio di un senegalese a Firenze.
I meccanismi che creano ingiustizie e insicurezza sono altri: politiche che distruggono i diritti, dalla privatizzazione del welfare alla negazione dei diritti umani, condizioni di vita e lavorative sempre peggiori, con contratti precari, lavoro sfruttato, fabbriche che delocalizzano o licenziano per aumentare i profitti, leggi autoritarie e discriminanti.
Essere antifascisti/e oggi significa continuare a mobilitarsi per una nuova Liberazione: dallo sfruttamento, dalla precarietà, dalle guerre, dal razzismo, dal sessismo e da tutte le discriminazioni, per una società solidale, inclusiva, paritaria.
Non ci interessa limitarci alla retorica delle ricorrenze, al solo ricordo di chi ha combattuto contro il fascismo nel secolo scorso: il fascismo esiste ancora oggi, e non è solo qualche esaltato naziskin o neofascista di Casapound e Forza Nuova, ma è tutto quello contro cui lottiamo quotidianamente.
Riconoscere i fenomeni del neofascismo e del razzismo come meccanismi volti a farci individuare falsi nemici è il primo passo per accorgersi che il vero problema, all’origine della sempre più diffusa povertà e precarietà delle nostre vite, è l’austerità imposta alle sole classi sociali più povere da chi ci governa da decenni senza nessuna reale alternativa.
La povertà economica e sociale che ci ha imposto il PD, alimentando contemporaneamente un razzismo strisciante con il decreto Minniti e gli accordi criminali con la Libia, è la stessa che ci imporranno Lega Nord e M5S, dove il razzismo si mostra sfacciato nei primi e si camuffa nei secondi. L’unica alternativa possibile è ribaltare completamente questo sistema, per una prospettiva differente di società!
Non è dal colore della pelle o dalla lingua parlata che si individua chi ci è nemico, ma dalle parole e dalle imposizioni di chi magari ha un volto rassicurante, ma non fa i nostri interessi. Più saremo uniti/e tra chi ha gli stessi bisogni, a prescindere dal paese di nascita, più avremo forza per lottare insieme!
Il 14 aprile saremo in piazza con una street parade per le strade di Imola senza bandiere identitarie ma dietro ad un unico striscione di Imola Antifascista. Dal giorno dopo saremo di nuovo presenti nei molteplici percorsi a cui partecipiamo nelle lotte per il lavoro, la difesa dell’ambiente, il diritto alla casa, alla sanità e all’istruzione, contro guerre, patriarcato, razzismo e repressione.
Imola Antifascista

THE HARVEST – Proiezione del film e dibattito (venerdì 9 marzo 2018)

the harvest_brigata

PROIEZIONE DEL FILM “THE HARVEST”
VENERDI 9 MARZO ore 20,30
presso il CSA Brigata 36
Via Riccione 4, Imola

In seguito alla proiezione:
chiacchierata con il regista Andrea Paco Mariani,

con la Rete Campagne in Lotta, attiva da anni a fianco di lavoratori e lavoratrici delle campagne di Foggia e San Ferdinando (RC) [per info: http://campagneinlotta.org/ ]

e con Wolf Bukowski su FICO e sugli aspetti politici, sociali ed economici del cibo

SE VENITE A STOMACO VUOTO, C’E’ DA MANGIARE!
—-


su FB: https://www.facebook.com/events/146151346067226/


Qui il trailer ufficiale del film —> https://youtu.be/8od_53cnP8w
Il sito ufficiale —> https://www.theharvest.it/
Sinossi e scheda tecnica —> https://www.theharvest.it/il-film/

SINOSSI
Gurwinder viene dal Punjab, da anni lavora come bracciante delle serre dell’Agro Pontino. Da quando è arrivato in Italia, vive insieme al resto della comunità sikh in provincia di Latina. Anche Hardeep è indiana, ma parla con accento romano, e si impegna come mediatrice culturale. Lei, nata e cresciuta in Italia, cerca il riscatto dai ricordi di una famiglia emigrata in un’altra epoca, lui è costretto, contro le norme del suo stesso credo, ad assumere metanfetamine e sostanze dopanti per reggere i pesanti ritmi di lavoro e mandare i soldi in India.
Un docu-musical che, per la prima volta, unisce il linguaggio del documentario alle coreografie delle danze punjabi, raccontando l’umiliazione dei lavoratori sfruttati dai datori di lavoro e dai caporali. Due storie che si intrecciano nel corso di una giornata, dalle prime ore di luce in cui inizia il lavoro in campagna alla preghiera serale presso il tempio della comunità.
Un duro lavoro di semina, fatto giorno dopo giorno, il cui meritato raccolto, tra permessi di soggiorno da rinnovare e buste paga fasulle, sembra essere ancora lontano.

“Magnamoce i fasci!”: cena benefit antifa e incontro (domenica 4/2/2018)

2018-02-04 cena l

“MAGNAMOCE I FASCI!”

Domenica 4 febbraio 2018, ore 20
Al csa Brigata 36, Imola (via Riccione 4)

CENA BENEFIT E INCONTRO SUI MOVIMENTI NEOFASCISTI IN ROMAGNA

Buffet benefit per le antifasciste e gli antifascisti denunciat* a seguito di un’aggressione squadrista di neofascisti di Forza Nuova a Forlì a dicembre 2017 (avete letto bene, denunce per chi è stat* aggredit*).
A seguire discussione sui fatti accaduti a Forlì e sui movimenti neofascisti in Romagna.

DDF – Disagio Dopo le Feste vol.1 (sabato 6/1/2017)

provvisoria

Sabato 6 gennaio dalle 20.00
presso il CSA Brigata 36 Via Riccione 4 ad Imola

Quest’anno invece di mangiar carbone vieni a carburare al Brigata36

– EPIFANIA
+ ALCOLEMIA

Ad allietarci le orecchie:

– Coffin Surfer
Death n roll
https://www.facebook.com/coffinsurfer/?ref=br_rs

– Slab
Grindcore
https://www.facebook.com/slabgrindcore/?ref=br_rs

– Hyle
Crust
https://www.facebook.com/Hyle-1534971706753926/

– Double me
Power violence
https://www.facebook.com/doublemepv/

E’ l’Epifania, cavalca il tuo delfinocorno alato e vieni ad ascoltare buona musica in una bella situa!

Il csa Brigata 36 è uno spazio sociale autogestito e antifascista
www.brigata36.it – info@brigata36.it

Non abbassiamo il volume! – Concerto benefit spese legali B36 (domenica 17/12/2017)

provvisoria

NON ABBASSIAMO IL VOLUME!
Concerto benefit spese legali B36

Domenica 17 dicembre dalle 19
presso il CSA Brigata 36 Via Riccione 4 ad Imola

A seguito delle multe recapitateci in autunno (vedi comunicato in fondo) rimandiamo la carta al mittente alzando il volume e anche i toni! In quanto spazio autogestito e senza fini di lucro ci opponiamo alle sanzioni ricevute che mettono a rischio la vita dello spazio e ne contestiamo la natura e l’applicazione per un’idea di socialità, cultura e divertimento slegata da logiche di interesse e profitto.

– DECORO
+ MURO SONORO

Ad allietarci le orecchie:

– Cani dei Portici
dogcore/postdog
http://canideiportici.bandcamp.com/

– Nadsat
Experimental/noise/math
https://nadsat1.bandcamp.com/

– Unruhe
L’ultimo Gruppo Bolognese Tamarro.
Duo peso psichedelico per necessità (con Sean dei Nero di Marte e Lippa)

– David Hasselhoff
Pesi massimi locali

Durante la serata materiali ed aggiornamenti sulla situazione neofascismi dalla Romagna Antifa e cibarie vegan a sostenere la futura apertura di uno spazio a Forlì!

E’ domenica, smollati e vieni a sostenere la bella gente! Se la musica disturba il potere, disturba il potere con la musica!

Il csa Brigata 36 è uno spazio sociale autogestito e antifascista
www.brigata36.it – info@brigata36.it

********

Come CSA Brigata 36 ci siamo visti recapitare due sanzioni, da parte della polizia municipale, legate alla giornata di domenica 17 settembre 2017.
Durante la giornata si inaugurava la mostra artistica del collettivo Roots con a seguire un concerto di band locali e internazionali, a conclusione del quale sono arrivate due agenti della municipale a contestare rumore e illegalità della situazione. È quantomeno singolare che le multe ci siano arrivate senza nessuna reale prova del rumore registrato, non essendoci stata nessuna rilevazione dei decibel, ed è ancora più strano capire come la polizia municipale abbia potuto valutare tale rumorosità, essendosi presentata solo successivamente alla conclusione del concerto.
Quello del 17 settembre era un momento aggregativo come centinaia di altri eventi che proponiamo sin dal 2013, con cui iniziavamo la programmazione stagionale artistica, culturale e politica di uno spazio che da ormai 5 anni porta avanti un percorso di autogestione slegato da meccanismi commerciali e da legami con qualsiasi istituzione.
Abbiamo sempre avuto un buon rapporto con il quartiere, coinvolgendo ed invitando alla partecipazione, ed è il primo episodio in 5 anni di attività in cui ci risulta esserci stata una segnalazione. Siamo aperti al confronto con chi sente di avere subito un disagio per il rumore, ma non siamo disponibili a far sì che ciò diventi pretesto per le autorità per accanirsi sulle nostre attività.
Con questo episodio, l’atteggiamento intimidatorio delle istituzioni rende ben chiaro il quadro: creare socialità senza fini di lucro, diffondere contenuti antirazzisti e antifascisti, rendere vivi spazi inutilizzati ed organizzare momenti partecipativi dal basso viene visto come qualcosa da tenere d’occhio, arginare un suo possibile straripamento nella città pacificata in cui i problemi esistono ma vengono accuratamente nascosti sotto al tappeto.
Se una proposta o un’attività non ingrassa le casse comunali, non concorre in qualche disegno di riqualificazione concordato al ribasso o cementificazione per pochi, lì sta la discriminante.
In un momento sempre più fitto di repressioni e provvedimenti atti a scoraggiare e colpire gli spazi e chi li attraversa, ogni idea differente di vivere la città rappresenta un problema. Siamo ben felici di esserlo se questo significa fare aggregazione con logiche distanti dal consumismo, dalla mercificazione e dal raccattare voti!
Rigettiamo la carta al mittente contestandone la natura stessa e la logica di applicazione.

csa Brigata 36

Un Ponte della Madonna (sabato 9/12/2017)

locandina

UN PONTE DELLA MADONNA!

Serata di chiacchiere, musica e balli per costruire ponti!

Dalle 20 chiacchiera con compagn* dalla Romagna, materiali ed aggiornamenti sulla situazione neofascismi, cibarie vegan a sostenere la futura apertura di uno spazio a Forlì!
NON VENIRE GIAMMANGIATOA!

Ad allietare le nostre orecchie e farci scatenare:
LE IENE SKA
ska core da Ferrara
https://www.facebook.com/LeIeneSka/

A fomentare la nostra voglia di ballare:
DJ ERIK

DECRETO MINNITI: le ipocrisie dell’ideologia del decoro (venerdì 15/12/2017)

2017-12-15 decreto minniti v2

Venerdì 15 dicembre, ore 18.00
Galleria del Centro Cittadino, Imola
Incontro organizzato da Imola Antifascista:

“DECRETO MINNITI: le ipocrisie dell’ideologia del decoro”

Il Decreto Minniti ha comportato un ulteriore passo in avanti nell’instaurazione di modalità sempre più repressive per affrontare le questioni sociali, attraverso l’utilizzo della retorica della cosiddetta “lotta al degrado”. Ma creare delle “città vetrina” risolve veramente le problematiche sociali o è l’ennesimo provvedimento inutile e dannoso?

Ne parleremo con:
– Legali dell’Associazione Mutuo Soccorso per il diritto di espressione, da oltre 10 anni attiva nel difendere chi è impegnato/a nelle lotte sociali
Carmen Pisanello, ricercatrice e collaboratrice dell’Osservatorio sulla Repressione, autrice del saggio “In Nome del Decoro”

Durante la serata presentazione degli elaborati artistici a cura del collettivo Roots

Presentazione del libro “Lercio – Lo sporco che fa notizia” (domenica 3/12/2017)

provvisoria

Domenica 3 dicembre 2017 – ore 20
@ CSA Brigata 36 (via Riccione 4, Imola)

Torna al CSA Brigata 36 il Lercio! Questa volta per presentare il secondo libro ‘LERCIO, LO SPORCO CHE FA NOTIZIA’

In un mondo in cui l’informazione domina le nostre vite, un collettivo di dissidenti sceglie di rifiutarne la retorica e di cominciare una lotta senza quartiere alle formule preconfezionate e alla pigrizia intellettuale di tanto giornalismo dei nostri tempi.

Con queste premesse nasce nel 2012 il sito Lercio.it, che in breve tempo si afferma come fenomeno virale capace di inondare il web con le sue notizie nonsense e satiriche che però a volte sono tanto plausibili da sembrare vere e da essere frettolosamente riprese da giornali e agenzie.

Oggi Lercio.it è un quotidiano online da oltre un milione di contatti al mese che guarda la cronaca, la politica, la cultura, la scienza e lo sport ora con ferocia, ora con stralunato disincanto senza risparmiare nessuno.

Il csa Brigata 36 è uno spazio sociale autogestito e antifascista
www.brigata36.it – info@brigata36.it

Raccolta ordini di agrumi solidali della rete “SOS Rosarno” (entro il 10/12/2017)

+++ AGGIORNAMENTO +++
Giovedì 21 dicembre e venerdì 22 dicembre, dalle 19.00 alle 21.00, distribuiamo gli ordini degli agrumi di SOS Rosarno!

sos rosarno DICEMBRE 2017

RACCOLTA ORDINI DI AGRUMI SOLIDALI DELLA RETE SOS ROSARNO (ORDINI ENTRO IL 10 DICEMBRE!)

Non spremere i lavoratori!!
Agrumi contro lo sfruttamento

Il centro sociale autogestito Brigata 36 raccoglie adesioni per organizzare l’ordinazione di agrumi solidali attraverso la rete “SOS ROSARNO”.
Gli agrumi dei produttori di riferimento di “SOS Rosarno” provengono rigorosamente da agricoltura biologica certificata. Tutti i produttori sono piccoli proprietari, singoli o associati in cooperative, che assumono regolarmente la manodopera impiegata nella raccolta, per oltre il 50% immigrata, e sono interni al circuito della solidarietà con gli africani di Rosarno, che nell’assoluta insufficienza delle politiche istituzionali d’accoglienza possono sopperire ai bisogni più elementari solo grazie al sostegno delle realtà associative della società civile.
Essendo necessario richiedere un ordine minimo di 50 cassette intendiamo organizzare una raccolta di adesioni entro il 10 dicembre 2017, con consegna degli agrumi il 19 dicembre dalle ore 18 alle ore 21 presso il c.s.a. Brigata 36 (via Riccione 4, Imola), o in altra data previo accordo (pagamento il giorno stesso del ritiro).

Questo il prezzo dei prodotti proposto:
– CLEMENTINE BIO 1,80 €/kg; 12,60 € cassa da 7 kg
– ARANCE DA TAVOLA NAVEL BIO 1,40 €/kg; 14 € cassa da 10 kg
– ARANCE DA SUCCO NAVEL BIO 1,10 €/kg; 11 € cassa da 10 kg
– LIMONI BIO 1,80 €/kg; 9 € cassa da 5 kg
– AVOCADO BIO 4,50 €/kg; 18 € cassa da 4 kg

I prezzi sono quelli dei produttori senza alcun rincaro, se volete sono gradite offerte libere per la logistica!

Per gli ordini: info@brigata36.it, FB: Brigata 36 o al numero 3347177842 indicandoci nome, telefono e l’ordinazione richiesta.
Per maggiori informazioni sulla campagna “SOS ROSARNO” vi invitiamo a consultare il sito della campagna http://sosrosarno.org/

______________________________________________
PREZZO TRASPARENTE AGRUMI PER PRODOTTO

CLEMENTINE € 1,80/kg:
Raccolta 0.13 €
Lavorazione 0.30 €
Trasporto 0.26 €
Promozione 0.26 €
Quota di solidarietà migranti 0.05 €
Produttore 0.80€

ARANCE DA SUCCO € 1,10/kg:
Raccolta 0.09 €
Lavorazione 0.30 €
Trasporto 0.26 €
Promozione 0,18 €
Quota di solidarietà migranti 0.05 €
Produttore 0.22 €

ARANCE TAVOLA € 1,40/kg:
Raccolta 0.09 €
Lavorazione 0.30 €
Trasporto 0.26 €
Promozione 0.23 €
Quota solidarietà 0.05 €
Produttore 0.47 €
_________________________________
www.brigata36.it
spaziosocialeimola@libero.it
FB: Brigata 36

Concerto CGB + Autotomia (giovedì 26/10/2017)

2017-10-26 cgb + autotomia

Giovedì 26 ottobre @ csa Brigata 36

Direttamente da Imperia, pronti a sommergerci con le loro aride foglie, i CGB sono a Imola al Brigata 36 per una delle 5 date di violenza del loro tour autunnale!
Hardcore legend since 1987!

Ad aprire le danze: Autotomia – HC lounge coltivato sulle colline dozzesi

Si comincia alle 21 e si va a letto presto che il giorno dopo mica è domenica
_________________________________
Il csa Brigata 36 è uno spazio sociale autogestito e antifascista
info@brigata36.it   /   FB: Brigata 36
rispetta il tuo cane, lascialo a casa