Archivi tag: csa brigata 36

CINE BRIGATA 36 – ogni venerdì dal 16 novembre

cinebrigata

Da venerdì 16 novembre inizia il cinema libero al Brigata36.
Ci vediamo ogni venerdì dalle 20!
Noi ci mettiamo il proiettore, le sedie e i popcorn, voi portate voi stesse/i e amici, amiche e conoscenti!

Iniziamo con la proiezione di Black Mirror, una serie di film a tema tecnologia e social media e sul controllo che esercitano e eserciteranno sempre più sulle nostre esistenze.
Distopia e preveggenza?

Ogni film dura circa un’ora per cui dopo abbiamo tempo di farci due domande e darci due risposte, se ci va, in libertà.

Vi aspettiamo!

Brigata36

CINE BRIGATA 36 – ogni venerdì dal 16 novembre

cinebrigata

Da venerdì 16 novembre inizia il cinema libero al Brigata36.
Ci vediamo ogni venerdì dalle 20!
Noi ci mettiamo il proiettore, le sedie e i popcorn, voi portate voi stesse/i e amici, amiche e conoscenti!

Iniziamo con la proiezione di Black Mirror, una serie di film a tema tecnologia e social media e sul controllo che esercitano e eserciteranno sempre più sulle nostre esistenze.
Distopia e preveggenza?

Ogni film dura circa un’ora per cui dopo abbiamo tempo di farci due domande e darci due risposte, se ci va, in libertà.

Vi aspettiamo!

Brigata36

CSA BRIGATA 36 – 3° ANNO (con aperitivo di compleanno)

2016-01-05&06

CSA BRIGATA 36 – 3° ANNO
2013-2016: il 5 e 6 gennaio 2 giorni per festeggiare 3 anni di attività

Con Huaraca Orkestra + Neither + Atti Osceny & aperitivo di compleanno

Ormai i ricordi cominciano a farsi vaghi e lontani nel tempo, ma i più vecchi di voi si ricorderanno la nostra prima iniziativa con cui aprivamo il csa Brigata 36 il 6 gennaio del 2013.
Vogliamo festeggiare il nostro terzo compleanno sia con chi potrà dire “io c’ero nel 2013”, sia con chi ci ha scoperto di recente, l’importante è la voglia di far festa.

Per questo abbiamo pensato a due giorni di eventi per celebrare l’anniversario nel migliore dei modi!

____________________________________________
5 GENNAIO ORE 21
Si comincia con il concerto di 3 band pronte a darci dentro per tutta la serata:
> ATTI OSCENY [hard rock italiano]
Hard rock italiano da Faenza pronto a fare baracca e rock’n’roll
> NEITHER [post grunge]
Alternative metal & post grunge dai dintorni
> HUARACA ORKESTRA [reggae ska-punk]
Un gradito ritorno dalla bassa romagna, tra reggae e ska con qualche puntata allo ska-punk

____________________________________________
6 GENNAIO ORE 17
si continua con l’APERITIVO DI COMPLEANNO fino a sera!
per smaltire i postumi del concerto e brindare al nuovo anno di attività alle porte, con socialità, giochi di ogni genere (carte, giochi di società, salagiochi, biliardino…), brulè, thè e biscotti…

____________________________________________
Piccola nota: quest’anno il tesseramento sarà ad offerta libera, la tessera vale per tutto il 2016 e aiuta a sostenere lo spazio, che dalla nascita è completamente autogestito e indipendente e non riceve finanziamenti di nessun genere!
Offerta libera significa quindi contribuire con quello che si può e si vuole ad una delle poche (l’unica?) realtà autogestite della zona e che da 3 anni porta avanti:
– antifascismo
– antirazzismo
– antisessismo
– autogestione
– uguaglianza
– diritto alla casa
– lotte
– no tav
– diritti
– libertà
– socialità
e tanto altro…

____________________________________________
VIA RICCIONE 4 – IMOLA
rispetta il tuo cane, lascialo a casa
ingresso con tessera annuale
il csa Brigata 36 è uno spazio sociale autogestito e antifascista
info@brigata36.it – FB: Brigata 36

CSA BRIGATA 36 – 3° ANNO (con Huaraca Orkestra + Neither + Atti Osceny)

2016-01-05&06

CSA BRIGATA 36 – 3° ANNO
2013-2016: il 5 e 6 gennaio 2 giorni per festeggiare 3 anni di attività

Con Huaraca Orkestra + Neither + Atti Osceny & aperitivo di compleanno

Ormai i ricordi cominciano a farsi vaghi e lontani nel tempo, ma i più vecchi di voi si ricorderanno la nostra prima iniziativa con cui aprivamo il csa Brigata 36 il 6 gennaio del 2013.
Vogliamo festeggiare il nostro terzo compleanno sia con chi potrà dire “io c’ero nel 2013”, sia con chi ci ha scoperto di recente, l’importante è la voglia di far festa.

Per questo abbiamo pensato a due giorni di eventi per celebrare l’anniversario nel migliore dei modi!

____________________________________________
5 GENNAIO ORE 21
Si comincia con il concerto di 3 band pronte a darci dentro per tutta la serata:
> ATTI OSCENY [hard rock italiano]
Hard rock italiano da Faenza pronto a fare baracca e rock’n’roll
> NEITHER [post grunge]
Alternative metal & post grunge dai dintorni
> HUARACA ORKESTRA [reggae ska-punk]
Un gradito ritorno dalla bassa romagna, tra reggae e ska con qualche puntata allo ska-punk

____________________________________________
6 GENNAIO ORE 17
si continua con l’APERITIVO DI COMPLEANNO fino a sera!
per smaltire i postumi del concerto e brindare al nuovo anno di attività alle porte, con socialità, giochi di ogni genere (carte, giochi di società, salagiochi, biliardino…), brulè, thè e biscotti…

____________________________________________
Piccola nota: quest’anno il tesseramento sarà ad offerta libera, la tessera vale per tutto il 2016 e aiuta a sostenere lo spazio, che dalla nascita è completamente autogestito e indipendente e non riceve finanziamenti di nessun genere!
Offerta libera significa quindi contribuire con quello che si può e si vuole ad una delle poche (l’unica?) realtà autogestite della zona e che da 3 anni porta avanti:
– antifascismo
– antirazzismo
– antisessismo
– autogestione
– uguaglianza
– diritto alla casa
– lotte
– no tav
– diritti
– libertà
– socialità
e tanto altro…

____________________________________________
VIA RICCIONE 4 – IMOLA
rispetta il tuo cane, lascialo a casa
ingresso con tessera annuale
il csa Brigata 36 è uno spazio sociale autogestito e antifascista
info@brigata36.it – FB: Brigata 36

CSA BRIGATA 36 – 3° ANNO (martedì&mercoledì 5&6/1/2016)

2016-01-05&06

CSA BRIGATA 36 – 3° ANNO
2013-2016: il 5 e 6 gennaio 2 giorni per festeggiare 3 anni di attività

Con Huaraca Orkestra + Neither + Atti Osceny & aperitivo di compleanno

Ormai i ricordi cominciano a farsi vaghi e lontani nel tempo, ma i più vecchi di voi si ricorderanno la nostra prima iniziativa con cui aprivamo il csa Brigata 36 il 6 gennaio del 2013.
Vogliamo festeggiare il nostro terzo compleanno sia con chi potrà dire “io c’ero nel 2013”, sia con chi ci ha scoperto di recente, l’importante è la voglia di far festa.

Per questo abbiamo pensato a due giorni di eventi per celebrare l’anniversario nel migliore dei modi!

____________________________________________
5 GENNAIO ORE 21
Si comincia con il concerto di 3 band pronte a darci dentro per tutta la serata:
> ATTI OSCENY [hard rock italiano]
Hard rock italiano da Faenza pronto a fare baracca e rock’n’roll
> NEITHER [post grunge]
Alternative metal & post grunge dai dintorni
> HUARACA ORKESTRA [reggae ska-punk]
Un gradito ritorno dalla bassa romagna, tra reggae e ska con qualche puntata allo ska-punk

____________________________________________
6 GENNAIO ORE 17
si continua con l’APERITIVO DI COMPLEANNO fino a sera!
per smaltire i postumi del concerto e brindare al nuovo anno di attività alle porte, con socialità, giochi di ogni genere (carte, giochi di società, salagiochi, biliardino…), brulè, thè e biscotti…

____________________________________________
Piccola nota: quest’anno il tesseramento sarà ad offerta libera, la tessera vale per tutto il 2016 e aiuta a sostenere lo spazio, che dalla nascita è completamente autogestito e indipendente e non riceve finanziamenti di nessun genere!
Offerta libera significa quindi contribuire con quello che si può e si vuole ad una delle poche (l’unica?) realtà autogestite della zona e che da 3 anni porta avanti:
– antifascismo
– antirazzismo
– antisessismo
– autogestione
– uguaglianza
– diritto alla casa
– lotte
– no tav
– diritti
– libertà
– socialità
e tanto altro…

____________________________________________
VIA RICCIONE 4 – IMOLA
rispetta il tuo cane, lascialo a casa
ingresso con tessera annuale
il csa Brigata 36 è uno spazio sociale autogestito e antifascista
info@brigata36.it – FB: Brigata 36

Iniziative NO TAV solidali in Romagna

Programma definitivo aggiornato!

No Tav, la "Polentata" come nuova iniziativa del movimento

INIZIATIVE NO TAV SOLIDALI IN ROMAGNA

Domenica 26/10 al c.c.a. Lughè (via dell’industria 23/1, Lugo)
Dalle ore 18 aperiveg benefit spese legali No Tav.
Durante la serata proiezione documentario, banchetto informativo, musica con dj resident.

Venerdì 07/11 al c.s.a. Brigata 36 (via Riccione 4, Imola)
Ore 19.30 cena vegan cucina piemontese benefit spese legali No Tav (gradita adesione per evitare sprechi entro il 5/11 a info@brigata36.it).
Ore 21 presentazione del libro “Oggi tocca a me“, con l’autore Juri Di Molfetta

Sabato 15/11 al c.s.a. Capolinea (via A. Volta 9, Faenza)  
Solidali e complici con i/le detenuti/e No Tav: ore 20 cena benefit vegetariana.
Ore 21 performance teatrale “La gogna” di Michelon dei Folli, con Andrea Mineo.
Ore 23.00 special rap militante:
> KWEEN D.O.L.O. from Sicily  
> C.U.B.A. CABBAL from Pescara
> Dj set tekno old school
Benefit a sostegno spese processuali compagni/e arrestati/e.

Lunedì 17/11 a Forlì in p.zza Saffi, ore 10-12.30
Presidio solidale No Tav

Giovedì 20/11 allo spazio libertario Sole e Baleno (Subb. Valzania 27, Cesena)
Ore 19.30 apericena vegan – selezione musicale No Tav
Ore 21:15 presentazione de “Il compressore”, opuscolo sulla lunga storia del sabotaggio come pratica di lotta, parteciperanno i curatori.

Sabato 22/11 ore 9.30 ritrovo allo spazio libertario Sole e Baleno (Subb. Valzania 27, Cesena)
Ore 10-12 performance solidale per le vie del centro storico di Cesena.
A seguire pranzo vegan.

Sabato 06/12 corteo a Ravenna in solidarietà ai No Tav
Concentramento dalle 9.30 in piazza Medaglie d’Oro.
A seguire pranzo popolare, assemblea pomeridiana e iniziativa serale al c.s.a. Spartaco (via Chiavica Romea 88, Ravenna).

Durante tutte le iniziative aggiornamenti sulle situazioni processuali degli/delle imputati/e No Tav e materiale informativo sul Tav, sulla lotta contro di esso e su altre nocività.

CONTRO IL DECRETO LUPI-RENZI. Diritto alla casa per tutti/e!

31maggio(Volantino distribuito a Cesena il 31/5/2014)

L’Emilia Romagna, come tutte le regioni italiane, sta vivendo una situazione di insostenibile pesantezza. Nel corso del 2013 nella nostra regione, terza dietro solo a Lombardia e Lazio, sono state emesse ben 6.476 ordinanze di sfratto per morosità incolpevole (ovvero l’impossibilità a pagare l’affitto a causa di perdita del lavoro e mancanza di reddito). L’emergenza abitativa, nocciolo di un frutto amaro che ci parla di precarietà, disoccupazione, bassi redditi e servizi inesistenti, continua ad essere affrontata dalle istituzioni con provvedimenti che producono il solo risultato di procrastinare le cause che l’hanno generata. Stiamo parlando del decreto Renzi-Lupi, che nonostante le enormi contraddizioni evidenziate dalla discussione in Senato, è stato approvato facendo ricorso alla solita fiducia. In questo decreto infatti, si continua a favorire il trasferimento di denaro pubblico nelle tasche dei privati, il consumo di suolo e la speculazione, senza prestare alcuna attenzione alle condizioni delle decine di migliaia di persone italiane e migranti disoccupate o cassintegrate che non possono più permettersi il costo allucinante di un affitto o di un mutuo.
Nelle grandi città come nelle piccole, assessori e giunte possono fare tanto se hanno il coraggio politico di utilizzare a fondo gli strumenti che la legge stessa mette loro a disposizione, se hanno il coraggio di attuare scelte in controtendenza rispetto ai dettami di palazzinari, speculatori e governi creati ad hoc per garantirne i privilegi, se hanno il coraggio di porre il benessere sociale al centro del loro operato.
In Senato, ad esempio, durante la discussione per l’approvazione del suddetto decreto, il senatore PD Casson ha proposto la requisizione senza indennizzo per i grandi stabili privati inutilizzati da più di tre anni, proposta naturalmente bocciata. In questa stessa direzione va anche una delibera recentemente approvata dal Comune di Napoli che requisirà il costruito vuoto e inutilizzato per ricavarne alloggi. Il caso napoletano dimostra quanto sia importante il ruolo che le istituzioni di prossimità possono svolgere per affrontare il dramma casa.
Ma purtroppo il caso napoletano è destinato a rimanere un caso isolato. Le cronache delle nostre città continueranno a parlarci di famiglie sfrattate (anche se, a detta di legge, “incolpevoli”) costrette ad accettare le improbabili soluzioni proposte dai servizi sociali, continueranno a parlarci di canone concordato (che favorisce solo i proprietari) e di housing sociale (che favorisce cooperative e costruttori), e per i disoccupati, i precari, i lavoratori che subiscono riduzione di orario, rimangono solo la marginalità e la perdita della casa, con le conseguenze che questo comporta: perdita della residenza e dei diritti connessi, quali salute, scuola, voto, permanenza sul territorio italiano ecc.
Per questo la Rete di lotta per la casa dell’Emilia Romagna è in piazza oggi: per dire a tutte e tutti che, in questa situazione, solo la lotta e l’autorganizzazione orizzontale dal basso possono contribuire a costruire capacità di resistere al peso immane di questa crisi e quindi capacità di imporre trasformazione politica in vista di un mondo basato sul benessere sociale piuttosto che sul profitto.
Ma siamo qui anche per dire agli amministratori locali che saremo costantemente al fianco di ogni persona o famiglia che deciderà di opporsi all’ingiustizia dello sfratto, pronti a riappropriarci direttamente di ogni diritto che ci viene sottratto e pronti ad accendere conflitto se il loro operato continuerà ad avallare le scelte criminali di chi specula sulle nostre vite. Perché ricordiamo a tutti che la casa è un diritto sancito dalla Costituzione italiana, dalle leggi europee, e da tutte le dichiarazioni di diritto internazionale. Oggi il vero crimine è l’affitto.

Rete di Lotta per la Casa dell’Emilia Romagna