Archivi tag: daniele barbieri

Ancora prigionieri della guerra (domenica 19/10/2014)

19ottobre

Domenica 19 ottobre 2014 @ csa Brigata 36
Ore 20.30

ANCORA PRIGIONIERI DELLA GUERRA

Lettura antimilitarista di e con Daniele Barbieri, Agata Marchi, Francesca Negretti

Quante bugie ci dicono – ancora 100 anni dopo – sul macello che fu chiamato «prima guerra mondiale». E quante verità scompaiono nelle commemorazioni di comodo: dai massacri alle rivolte, dai pescecani che si arricchivano alle “tregue spontanee”, dalle pratiche di “decimazione” agli stupri di massa.
Un esercizio di memoria contro il militarismo e i nazionalismi che – come avvoltoi – si riaffacciano ai giorni nostri ancora una volta.

————————————————-

via Riccione 4, Imola (BO)
rispetta il tuo cane, lascialo a casa
ingresso con tessera annuale 3 eurini

Presentazione del libro “Il sole dell’avvenire” di Valerio Evangelisti (sabato 22/02/2014)

22febbraio

Sabato 22 febbraio ore 21 al csa Brigata 36

Presentazione del libro
IL SOLE DELL’AVVENIRE – vivere lavorando o morire combattendo –
con l’autore Valerio Evangelisti e lo scrittore e giornalista Daniele Barbieri,
accompagnati alla chitarra da Roberto Zani con canti anarchici e di lotta

Valerio Evangelisti, distaccandosi dai temi narrativi che lo hanno reso noto come scrittore, racconta in questo romanzo di ampio respiro le vicende di alcune famiglie di braccianti e contadini romagnoli, dall’epoca post-risorgimentale alle soglie del 1900. Sono storie minute, in cui si intrecciano momenti ora drammatici ora briosi. Assieme disegnano un quadro ben più grande, esteso a tutta l’Emilia Romagna e all’Italia. La trasformazione agricola di una regione, la bonifica di territori malsani, l’affermarsi del movimento cooperativo e di quello socialista, con le sue varie anime spesso conflittuali, la lenta e sanguinosa conquista della democrazia. Ciò è visto con gli occhi di protagonisti solo in parte consapevoli dello scenario grandioso in cui si muovono. Attilio, l’ex garibaldino che sperimenta tutte le forme e le miserie del precariato; Rosa, vittima predestinata ma non docile dello sfruttamento e dell’arroganza di chi comanda; Canzio, il ribelle per indole, refrattario all’ideologia e attratto dall’azione. Assieme a costoro una folla colorita di personaggi turbolenti e litigiosi, spesso realmente esistiti; trascinati in vicende politiche e umane che li porteranno dalle pianure e dai colli di Romagna alle paludi dell’Agro romano, fino ai campi di battaglia in Grecia. Umili costruttori di un Sole dell’Avvenire che non sorgerà mai, quanto meno nelle forme che speravano. Inizio di una trilogia estesa per un settantennio…

Una storia di compagni, che lascia la voglia di essere all’altezza dello loro dignità. Che sarà frutto di finzione narrativa, ma è capace di trasmettere più di qualsiasi corso di studi, più di qualsiasi manuale rivoluzionario.

(via Riccione 4, Imola)
ingresso con tessera

Dieci, cento, mille libri (da gennaio ad aprile 2014)

dieci cento mille libri

 

Dieci, cento, mille libri
Prossime presentazioni con gli autori al csa Brigata 36
via Riccione 4 – Imola – spaziosocialeimola@libero.it

Domenica 26/1 ore 21: “In territorio nemico” ad opera del collettivo di Scrittura Industriale Collettiva, con gli autori Stefano Miniato e Carla Casazza; a seguire reading con Damiano Cason, Andrea Rubino, Giovanna Belcastro

Domenica 16/2: ore 17.30
Terra ignota”, con l’autore Vanni Santoni

Domenica 16/2: ore 21:
Lottavo romanzo”, con l’autore Marco Sommariva

Sabato 22/2 ore 21: “Il sole dell’avvenire”, con l’autore Valerio Evangelisti, Daniele Barbieri e accompagnati dalle canzoni di lotta di Roberto Zani

Sabato 1/3 ore 21:
I dannati della metropoli”, con l’autore Andrea Staid

Domenica 27/4 ore 21:
Ballate sediziose”, con l’autore Valerio Monteventi e reading musicato

Teo Tronico & Daniele Barbieri: “Il pianeta con la migliore acustica dell’universo” (venerdì 10/01/2014)

10gennaio

 

La sera del 10 gennaio il c.s.a. Brigata 36 è lieta di ospitare Teo Tronico & Daniele Barbieri nella prima mondiale (anzi galattica) intitolata: «Il pianeta con la migliore acustica dell’universo».

 

Non è la prima volta che umani e robot si esibiscono insieme (o se preferite si confrontano) ma l’incontro di Imola avrà caratteristiche insolite. Soprattutto perché non è chiaro se uno dei due – l’umano? il robot? – controlla l’altro e magari se stesso. Ancor meno chiaro è cosa ci riserva il futuro prossimo – prossimissimo. Shakespeare fa dire a Ofelia: «noi sappiamo cosa siamo, ma non quel che potremmo essere»: al loro primo incontro Teo Tronico & Daniele Barbieri (chi dei due è davvero il robot?) provano a spingersi più in là nell’evoluzione.

In scaletta fantascienza e jazz, improvvisazione e Darwin, la scimmia e l’oltreuomo, un po’ di s/ragione e due etti di peperoncino.

Il c.s.a. Brigata 36 è in via Riccione 4 a Imola
Ingresso con tessera 2014 del Brigata 36

QUANDO C’ERA IL FUTURO – presentazione con Daniele Barbieri (domenica 08/12/2013)

8dicembre

ore 20.30

… in un remoto futuro, in un centro sociale lontano lontano…

Presentazione del libro:
“QUANDO C’ERA IL FUTURO
Tracce pedagogiche nella fantascienza”
Presentazione con l’autore Daniele Barbieri del libro scritto insieme a Raffaele Mantegazza

La fantascienza inventa mondi, crea forme di vita, mette in scena futuri possibili; anche l’educazione è un’attività che crea futuro per gli esseri umani. Porre a contatto questi due campi del sapere può essere una sfida interessante. Pensando l’educazione come sfida utopica per mettere al mondo esseri umani che provino a cambiare il mondo, questo testo interroga il genere letterario proprio di Asimov, Dick, Le Guin, Simak e tanti altri proprio nelle sue declinazioni più prossime alla politica e all’utopia. La grande narrativa fantascientifica nei suoi temi più rilevanti (il rapporto con il tempo, l’ecologia, le relazioni di genere, gli esseri artificiali e robotici, il gioco delle generazioni e altri) ci aiuta infatti a trattare argomenti che ritroviamo in modo potente nelle riflessioni pedagogiche. Ne nasce una vera e propria “doppia lettura” che affianca all’analisi letteraria e storica (Barbieri) una sottolineatura pedagogica (Mantegazza), nell’ottica di quella contaminazione tra generi e saperi.

durante la serata
LETTURE
e l’inquietante presenza
dell’ALIENOMETRO!

ingresso con tessera Brigata 36
(è concessa l’entrata agli alieni anche se non accompagnati)
imperdibile!