Archivi tag: imolantifascista

Imola è antifascista!

Dalla pagina di Imola Antifascista

_______________________________________

IMOLA È ANTIFASCISTA

Sabato 10 dicembre Forza Nuova sarà presente in piazza Matteotti ad imola. Questo partito neofascista si è sempre contraddistinto per la propaganda razzista e sessista. La guerra tra poveri fomentata da Forza Nuova distoglie l’attenzione dal reale problema che è rappresentato invece dalla precarietà del mondo del lavoro, della sanità, della casa, dell’istruzione. Forza Nuova è infatti in linea con le politiche di austerità che quotidianamente minacciano i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici.

Riteniamo che nessun partito che si richiami all’ideologia fascista debba avere agibilità politica. Troviamo assolutamente vergognoso che venga concessa la piazza principale della città ad un movimento che si dichiara neofascista.

Per questo chiamiamo tutte e tutti coloro che si riconoscono negli ideali dell’antifascismo a scendere in piazza e ribadire che a Imola, città medaglia d’oro della Resistenza, i fascisti non sono i benvenuti. Perché l’antifascismo non è solo commemorazione ma soprattutto azione.

Appuntamento ore 15.00 in via Emilia nella piazzetta dopo la Biblioteca Comunale (civico 80)!
Il fascismo non è un’opinione, è un crimine!

ImolAntifascista

no-braccio-teso

I neofascisti a Imola non sono i benvenuti!

Pubblichiamo dalla pagina di Imola Antifascista

f

Stamattina i neofascisti di Forza Nuova si sono di nuovo presentati in centro a Imola con un banchetto.
Mentre in consiglio comunale l’ordine del giorno per non concedergli spazi pubblici dimostra tempi lunghi ed esiti incerti, noi pensiamo che basti il tragico passato di questi movimenti a delegittimarli: il fascismo non è un’opinione, è un crimine!
Per questo anche oggi abbiamo informato i passanti di questa squallida presenza: a Imola i neofascisti non saranno mai i benvenuti, ordine del giorno o meno!
ImolAntifascista

In merito all’ordine del giorno contro il neofascismo approvato in consiglio comunale

Il comunicato di Imola Antifascista sull’ordine del giorno contro il neofascismo approvato in consiglio comunale

_________________________________________________________________

Apprendiamo dai giornali dell’approvazione dell’ordine del giorno sul tema dell’antifascismo presentato, ed approvato all’unanimità, in consiglio comunale dalla consigliera di maggioranza Giulia Barelli, portavoce dei Giovani Anpi.

Il documento però presenta per noi le seguenti lacune politiche. Il tema dell’antifascismo – complesso in un momento storico come quello attuale, in cui la deriva xenofoba e violenta di molti movimenti sta prendendo piede nelle strade e nei mass media – viene trattato in modo appositamente generico e vago per mera tattica politicista.

In primo luogo, nell’ordine del giorno presentato dalla consigliera Barelli, a differenza del testo originario dell’appello sul quale sono state raccolte oltre 1300 firme grazie anche al coordinamento di ImolAntifascista, manca la parte che noi riteniamo imprescindibile e cioè:
“Istituire meccanismi di intervento che consentano di negare il rilascio dell’autorizzazione di concessione degli spazi pubblici alle organizzazioni che presentino richiami all’ideologia fascista, alla sua simbologia, alla discriminazione razzista, etnica, religiosa o sessuale, verificati a livello statutario, ove lo Statuto sia presente, o dell’attività pregressa”
Tale parte, appunto rimossa nell’odg approvato, avrebbe consentito che nessun soggetto partitico, politico o associazione che contenga nella sua storia o documentazione quali volantini e manifesti richiami al fascismo o alla sua ideologia violenta e razzista potesse avere spazio ed agibilità politica nella nostra città. È una premessa indispensabile per evitare che alcuni soggetti come Forza Nuova possano eludere i regolamenti comunali mascherando le loro vere finalità e soggettività dietro altri nomi (per esempio la loro organizzazione giovanile Lotta Studentesca). La modifica del regolamento comunale, quindi, così come proposta non è sufficiente per impedire che venga dato spazio a forze che propagandano odio come Forza Nuova o Casa Pound, per citare quelle più conosciute, anche se in molti casi potrebbe riguardare anche la propaganda leghista.

In secondo luogo, dubitiamo fortemente che il sindaco, che, come la maggior parte dei consiglieri comunali di maggioranza, non ha firmato nemmeno l’appello promosso da noi insieme all’Anpi, che poi ne ha stravolto il contenuto con l’odg, possa impegnarsi ed ottenere risultati nel contrasto di questi soggetti a livello regionale e/o nazionale.

Non resteremo in attesa di vedere i prevedibili quanto inutili effetti di questo ordine del giorno. Difendiamo l’antifascimo ogni giorno dell’anno, non solo in occasione del 25 aprile. Pertanto invitiamo gli/le antifasciste a non adagiarsi sugli allori ma a impedire che discorsi omofobi, razzisti e fascisti possano inquinare l’aria che respiriamo.

ImolAntifascista

imola antifascista rosso-nero

SUL 25 APRILE A IMOLA: BASTA NEOFASCISMO!

Inoltriamo il comunicato di Imola Antifascista

bUn manifesto attaccato dai neofascisti la notte tra il 24 e il 25 aprile

SUL 25 APRILE A IMOLA: BASTA NEOFASCISMO!
Nella notte tra il 24 e il 25 aprile, a ridosso delle iniziative per l’anniversario della Liberazione, neofascisti imolesi hanno pensato bene di farsi notare attacchinando manifesti offensivi verso la Resistenza ed inneggianti al fascismo presso il portone del Comune, dal palco allestito per le celebrazioni in piazza Gramsci e dal centro sociale autogestito e antifascista Brigata 36.
Questo è l’ennesimo gesto vergognoso che conferma la necessità di rigettare ancora una volta, dopo più di 70 anni, l’ideologia fascista nel pattume della storia.
Atti come questo trovano forza nella propaganda di movimenti e partiti neofascisti come Forza Nuova, che giusto ieri ha inneggiato ai fascisti della RSI, e a cui il Comune ha finora concesso spazi pubblici per esprimere i propri dis-valori razzisti, sessisti e fomentatori di odio.
Sono state raccolte 1.300 firme per chiedere di cambiare il regolamento comunale affinché si tenga conto dell’importanza dell’antifascismo anche nella concessione di spazi pubblici e non solo nelle parole dette il 25 aprile: vogliamo Imola antifascista tutto l’anno e non solo durante le celebrazioni del 25 aprile!
Ci impegneremo affinché il consiglio comunale prenda una posizione chiara su episodi vergognosi come quello di ieri notte e quelli che si ripetono tutte le volte che un movimento neofascista come Forza Nuova tenta di presentarsi a Imola.
Continueremo ad opporci al neofascismo, promuovendo l’antifascismo non solo come battaglia culturale, ma come vera e propria caratteristica del fare politica nelle piazze imolesi.

ImolAntifascista

IMOLA ANTIFASCISTA TUTTO L’ANNO!

Il comunicato di ImolAntifascista per il 25 aprile!

Sperando nel bel tempo, ImolAntifascista sarà in piazza Gramsci dalla mattina in poi con volantinaggi e banchetto!
Se passate in piazza cercate le bandiere dell’antifascismo militante!!

2016-04-25 comunicato imola antifascista a4

IMOLA ANTIFASCISTA TUTTO L’ANNO!

Siamo giunti ad aprile, mese in cui anche le istituzioni si ricordano di dover essere antifasciste. Quelle stesse istituzioni che concedono spazi pubblici a Imola a Forza Nuova, movimento palesemente neofascista. In un momento in cui la crisi sociale è fomentata dalla propaganda vigliacca da parte dei partiti della destra italiana, riteniamo assurdo ignorare che le derive neofasciste non siano da contrastare anche nel contesto politico in cui si immettono.

Perché il fascismo, coperto da un velo “né di destra né di sinistra”, si palesa dietro i dis-valori razzisti, sessisti e fomentatori di odio.

Abbiamo deciso di concludere in questo giorno così significativo la raccolta firme contro il neofascismo, promosse insieme a tante altre realtà imolesi. La città ha dato un riscontro concreto, esprimendosi contro la vergognosa presenza di neofascisti nella nostra città.

Cambiare il regolamento comunale affinché tenga conto dell’importanza dell’antifascismo, come richiesto dall’appello per cui abbiamo raccolto le firme, non è impossibile! Basterebbe la volontà politica di prendere una posizione chiaramente antifascista. Non è vero che le amministrazioni comunali hanno le mani legate e non possono fare nulla, lo hanno dimostrato quelle di San Lazzaro di Savena, Fano, Mirandola e altre ancora che non hanno concesso spazi pubblici a movimenti neofascisti. Che aspetta Manca?

Il sindaco di Imola ci ha dimostrato che non è nel suo interesse, tanto che NON ha nemmeno firmato l’appello contro i neofascismi, ignorando così tutte le persone che, con la propria firma, hanno voluto esprimere con fermezza l’importanza dell’antifascismo non solo come battaglia culturale, ma come vera e propria caratteristica del fare politica nelle piazze imolesi.

NON FERMIAMOCI AL 25 APRILE!

ImolAntifascista non si fermerà di fronte all’inerzia comunale e continuerà a contrastare ogni fascismo.

Diamo perciò appuntamento alla due giorni di festa di ImolAntifascista in programma il 28 e 29 maggio al centro sociale La Stalla, oltre che in piazza per contrastare Forza Nuova ogni volta che tenterà di ripresentarsi!

ImolAntifascista

Imola Antifascista in piazza!

Il comunicato di ImolAntifascista per il 25 aprile!

Sperando nel bel tempo, ImolAntifascista sarà in piazza Gramsci dalla mattina in poi con volantinaggi e banchetto!
Se passate in piazza cercate le bandiere dell’antifascismo militante!!

2016-04-25 comunicato imola antifascista a4

IMOLA ANTIFASCISTA TUTTO L’ANNO!

Siamo giunti ad aprile, mese in cui anche le istituzioni si ricordano di dover essere antifasciste. Quelle stesse istituzioni che concedono spazi pubblici a Imola a Forza Nuova, movimento palesemente neofascista. In un momento in cui la crisi sociale è fomentata dalla propaganda vigliacca da parte dei partiti della destra italiana, riteniamo assurdo ignorare che le derive neofasciste non siano da contrastare anche nel contesto politico in cui si immettono.

Perché il fascismo, coperto da un velo “né di destra né di sinistra”, si palesa dietro i dis-valori razzisti, sessisti e fomentatori di odio.

Abbiamo deciso di concludere in questo giorno così significativo la raccolta firme contro il neofascismo, promosse insieme a tante altre realtà imolesi. La città ha dato un riscontro concreto, esprimendosi contro la vergognosa presenza di neofascisti nella nostra città.

Cambiare il regolamento comunale affinché tenga conto dell’importanza dell’antifascismo, come richiesto dall’appello per cui abbiamo raccolto le firme, non è impossibile! Basterebbe la volontà politica di prendere una posizione chiaramente antifascista. Non è vero che le amministrazioni comunali hanno le mani legate e non possono fare nulla, lo hanno dimostrato quelle di San Lazzaro di Savena, Fano, Mirandola e altre ancora che non hanno concesso spazi pubblici a movimenti neofascisti. Che aspetta Manca?

Il sindaco di Imola ci ha dimostrato che non è nel suo interesse, tanto che NON ha nemmeno firmato l’appello contro i neofascismi, ignorando così tutte le persone che, con la propria firma, hanno voluto esprimere con fermezza l’importanza dell’antifascismo non solo come battaglia culturale, ma come vera e propria caratteristica del fare politica nelle piazze imolesi.

NON FERMIAMOCI AL 25 APRILE!

ImolAntifascista non si fermerà di fronte all’inerzia comunale e continuerà a contrastare ogni fascismo.

Diamo perciò appuntamento alla due giorni di festa di ImolAntifascista in programma il 28 e 29 maggio al centro sociale La Stalla, oltre che in piazza per contrastare Forza Nuova ogni volta che tenterà di ripresentarsi!

ImolAntifascista